• Articolo , 30 novembre 2009
  • Nuovi commissari Ue: Hedegaard al Clima e Oettinger all’Energia

  • Due nuovi nomi per i responsabili delle neo-commissioni del Clima e dell’Energia, settori chiave, per tutti gli addetti ai lavori di questi ambiti, che ricevono l’incarico proprio alla vigilia della Conferenza di Copenhagen

Barroso 2 al via. E’ infatti stata ultimata l’assegnazione delle Commissioni ai candidati già precedentemente indicati dai rispettivi capi di governo e di stato dei paesi membri.
E il tutto in un momento importante per la Comunità Europea, perché dal 1° dicembre andrà in vigore il trattato di Lisbona che, ad esempio, consentirà al neo-presidente della Ue, il belga Van Rompuy, di essere il primo presidente permanente. Finisce quindi la rotazione di sei mesi, il periodo che fin’ora questa carica durava, e che portava i leader dei paesi membri a ricoprirne a turno il ruolo.
Ma vediamo per quello che interessa il tema del clima e dell’energia quali sono i nuovi Commissari e il loro background politico e operativo.

*La Hedegaard al Clima*

Iniziamo con la Commissione sul Clima che è stata affidata alla danese Connie Hedegaard. Ha iniziato il suo percorso professionale come giornalista prima presso il quotidiano _Berlingske Tidende_, poi ha ricoperto il ruolo di direttore della _DR Radio News_, per approdare infine alla politica nell’84 nel Partito Popolare Conservatore (DKF). Nel 2004 fu chiamata dal leader danese Rasmussen a far parte del governo con l’incarico di Ministro dell’Ambiente, carica che ha ricoperto per tre legislature. Lo stesso Rasmussen l’ha poi indicata come commissario Ue per la Danimarca ed è ora stata designata come responsabile del Clima.
La Hedegaard riceve l’investitura in un momento particolare alla vigilia della discussa Conferenza di Copenhagen, un patata bollente che costituirà una sorta di battesimo del fuoco, a quanto si sa sulle posizioni, sulle polemiche e sui contrasti dei paesi partecipanti all’attesissimo meeting.

*Oettinger all’Energia*

Il tedesco Hermann Günther Oettinger è un altro neo commissario Ue che ci interessa da vicino, visto che sarà il titolare dell’Energia. Di formazione economico-legale, si è dedicato alla politica nella CDU. Dal 2005 ha ricoperto la carica di primo ministro del Baden-Wuerttemberg. Nel 2008 Oettinger, ha assunto il patrocinio del progetto sociale per aiutare l’Africa in occasione della Coppa del Mondo FIFA 2010 che si svolgerà in Sud Africa. Si è dimesso dalla carica primo ministro quando ad ottobre il cancelliere, Angela Merkel, lo ha indicato come rappresentante della Germania nella rosa dei nuovi commissari della Barroso 2. Anche lui, come la collega Hedegaard sarà coinvolto in prima persona dal summit danese, essendo quello della produzione energetica uno dei nodi cruciali della discussione.