• Articolo , 7 febbraio 2008
  • Nuovi progetti energetici a Castiglion Fiorentino

  • Con il 2008, l’Amministrazione Comunale di Castiglion Fiorentino lancia un piano articolato per abbattere costi e consumi dell’energia elettrica che – come sappiamo bene – significa preservare anche l’ambiente. Tutto ciò è stato programmato e verrà realizzato grazie al Protocollo di intesa che ha avviato da pochi mesi una collaborazione con il CET, il Consorzio […]

Con il 2008, l’Amministrazione Comunale di Castiglion Fiorentino lancia un piano articolato per abbattere costi e consumi dell’energia elettrica che – come sappiamo bene – significa preservare anche l’ambiente. Tutto ciò è stato programmato e verrà realizzato grazie al Protocollo di intesa che ha avviato da pochi mesi una collaborazione con il CET, il Consorzio Energetico Toscano, che si occupa proprio dell’efficienza e del risparmio di energia elettrica per gli Enti pubblici.
Tali interventi sono un’anticipazione di un complesso piano di miglioramento ambientale per il Comune denominato “Castiglion Fiorentino dà un taglio alla CO2 e fa il pieno di efficienza” che è in fase di elaborazione da parte dell’Assessore all’Ambiente Francesco Fossati e che verrà quanto prima presentato
I punti salienti del piano che oggi possiamo anticipare si articolano in: incremento della raccolta differenziata a partire dall’attivazione dell’isola ecologica, piano di riassetto idrogeologico già in parte attuato, mobilità urbana e regolamentazione del traffico, piano di contenimento dei consumi idrici e riassetto rete fognaria, miglioramento della gestione energetica presso i cittadini, riduzione dei consumi energetici dell’Ente.
Come primo passo, è stata già affidata la fornitura di energia elettrica per la pubblica illuminazione per il Comune di Castiglion Fiorentino tramite bando europeo ad un nuova società per il 2008: si tratta di Energrid spa, che consentirà di conseguire un risparmio sui costi complessivi di circa il 25%, che corrisponde a circa quarantacinquemila euro, sia per la pubblica illuminazione che per l’energia elettrica del patrimonio immobiliare gestito dal Comune stesso.
Ma il progetto “Castiglion Fiorentino dà un taglio alla CO2 e fa il pieno di efficienza” va ben oltre e si prevede a breve l’applicazione di nuove azioni per conseguire il massimo rispetto ambientale e al contempo il massimo risparmio in termini di costi.
L’obiettivo è di far raggiungere la certificazione EMAS per la qualità ambientale al nostro Comune dando così ulteriore peso alla difesa del territorio e dell’ambiente e ulteriore impulso al turismo di qualità, che abbiamo ottenuto con il riconoscimento della Bandiera Arancione del Touring Club

Uno dei progetti concerne il solare termico, che verrà applicato ad alcuni degli impianti sportivi castiglionesi: in particolare, con l’ausilio del CET – del suo Presidente Marco Gomboli e del Direttore Operativo Luca Perni – verranno sottoposti al Ministero dell’Ambiente due progetti relativi alla Piscina Comunale e al Palazzetto dello Sport “Fabrizio Meoni” per il riscaldamento dell’acqua per uso sanitario. Grazie all’installazione di pannelli solari termici sulle gradinate della piscina e nei pressi della centrale termica del Palazzetto, sarà infatti possibile ottenere acqua calda con un risparmio di circa il 50% dei costi, di oltre 2.000 litri di gasolio e di oltre 8.500 mc di metano equivalenti a 14 tonnellate di petrolio, con oltre 14.000 kg di CO2 abbattuta. Inoltre, per la Piscina comunale sarà anche possibile riscaldare l’acqua della vasca arrivando ad una temperatura di circa 22, 23 gradi e con un soluzione cogenerativa l’acqua sarà portata al di sopra dei 24°C, temperatura conforme alle gare. Il tutto, sarà realizzabile tramite bando statale con un finanziamento pubblico del 65% da parte del Ministero per l’Ambiente.
Infine, è in corso di stesura un progetto per installare il fotovoltaico nelle scuole pubbliche castiglionesi. Tre gli istituti coinvolti: Scuola Elementare di Manciano, palestra per le Elementari di via Ghizzi, scuola Materna di Santa Cristina. Sono previsti complessivamente risparmi di energia elettrica per 33.000 kwh pari a circa 18.000 kg di CO2 abbattuta.
Tutto questo a regime consentirà di risparmiare 16 tonnellate equivalenti di petrolio all’anno e 32.000 kg di CO2 permettendo a Castiglion Fiorentino di portare il suo contributo al rispetto degli impegni di Kyoto.
“Dimostrare che il miglioramento ambientale parte dal livello locale, anche in piccolo è un segnale a mio avviso importante da dare alla popolazione di educazione ambientale e che può far crescere una corretta sensibilità del cittadino rispetto al tema della difesa dell’ambiente – dichiara l’assessore Francesco Fossati – L’Amministrazione Comunale di Castiglion Fiorentino vuole dimostrare con azioni concrete il proprio impegno per la difesa dell’ambiente e del territorio. Fare uno sforzo anche economico oggi per tagliare la produzione di CO2 e di petrolio significa investire nel futuro della nostra comunità”.