• Articolo , 11 gennaio 2010
  • Obama continua il sostegno alle rinnovabili

  • In linea con la politica green, il presidente Usa ha annunciato un fondo da 2,3 miliardi per il finanziamento di progetti incentrati sulle energie pulite

(Rinnovabili.it) – L’Amministrazione Obama ha annunciato lo stanziamento di un fondo volto allo sviluppo e alla diffusione delle tecnologie pulite comprendente il premio da 2,3 miliardi di euro in crediti d’imposta dedicati ai progetti energetici a basso tenore di carbonio. Le previsioni parlano di un contributo notevole all’economia statunitense che sarà in grado di incoraggiare investimenti privati che si potrebbero aggirare intorno ai 5 miliardi, con la conseguente creazione di circa 17mila posti di lavoro nell’intero settore.
“Costruire un settore solido destinato all’energia pulita è il modo in cui creeremo i posti di lavoro del futuro, posti di lavoro che pagheranno bene” ha dichiarato il presidente aggiungendo che l’iniziativa relativa ai crediti d’imposta è stata “positiva per le famiglie della classe media. E’ un bene per la nostra sicurezza. E un bene per il nostro Pianeta”.
I numeri parlano di 83 progetti in 43 diversi stati ad essersi aggiudicati crediti fiscali per una valore pari al 30% del progetto presentato, tutti riguardanti tecnologie verdi, inclusi piani per l’implemento delle smart grid e dei sistemi ad energia solare o eolica.
Il Dipartimento dell’Energia statunitense ha comunicato che i progetti dovranno essere conclusi entro il 2014, con uno avanzamento del 30% entro l’anno in corso.
L’annuncio è stato fatto quasi contemporaneamente alla notizia che riguarda un investimento da 100 milioni di dollari come sussidio per la realizzazione di 25 programmi di formazione dedicati ai ‘lavori verdi’, compresi 28 milioni per l’assistenza alle regioni colpite dal declino del settore automobilistico attribuendo altri 47 milioni a 14 progetti focalizzati sul miglioramento dell’efficienza energetica attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie e implementando il settore delle comunicazioni.
Alla fine del mese scorso il BLM, Department of Interior’s Bureau of Land Management, ha annunciato che 31 progetti dedicati all’energia rinnovabile hanno raggiunto gli standard richiesti, necessari per procedere velocemente alla conclusione dell’iter decisionale.
Il Direttore del BLM, Bob Abbey, ha dichiarato inoltre che i 14 progetti solari, i sette eolici, i tre geotermici e i sette riguardanti la rete di trasmissione avranno garantita l’analisi ambientale e la revisione del pubblico prima del dicembre 2010, termine ultimo per l’ottenimento del finanziamento.