• Articolo , 13 novembre 2009
  • Obama e Hatoyama: – 80% gas serra entro il 2050

  • Oggi si incontrano a Tokyo Obama e Hatoyama, Usa e Giappone, due leader progressisti e a favore della lotta ai gas serra, ma per ora non ci dovrebbero essere impegni ufficiali su standard per il 2020

(Rinnovabili.it) – Barack Obama sta compiendo il suo primo tour in oriente per confrontarsi con i rappresentanti delle grandi economie e di quelle emergenti su problemi squisitamente politici, su quelli economici, ma senza tralasciare quelli legati al clima che in questi tempi occupano le prime pagine dell’agenda politica di molti capi di stato e di governo. Prima tappa Tokyo, dove il presidente Usa incontra il neo primo ministro giapponese Yukio Hatoyama, un progressista, che ha dichiarato di voler portare il taglio della CO2 dal 9%, deciso del suo predecessore conservatore, al 25% entro il 2020.
Hatoyama e Obama, al termine del summit odierno, dovrebbero annunciare nella serata di oggi, la comune intenzione di ridurre le emissioni di gas serra dell’80% entro il 2050.
Si tratta di un’anticipazione del quotidiano economico “Nikkei”. Il giornale riporta anche il loro appello ad intervenire sul clima lanciato alla Cina, all’India e alle altre principali nazioni in via di sviluppo, oltre all’impegno di sostenere economicamente e tecnologicamente i paesi più poveri. Per il “Nikkei” però nella dichiarazione congiunta che i due leader faranno stasera, aldilà dei buoni intenti a favore di una società a ridotte emissioni di CO2, non ci saranno riferimenti all’obiettivo di riduzione dei gas serra entro il 2020, ritenuto invece estremamente importante.