• Articolo , 25 giugno 2009
  • Obbligazioni Edf, la raccolta supera i due miliardi di euro

  • Successo oltre tutte le aspettative per il prestito obbligazionario proposto a partire dal 17 giugno scorso da Edf, il colosso energetico francese. Secondo indiscrezioni rese note stamani dal sito Internet del settimanale Investir la raccolta avrebbe già superato i due miliardi di euro. La scorsa settimana Pierre Gadonneix, presidente di Edf, aveva dichiarato che sarebbe […]

Successo oltre tutte le aspettative per il prestito obbligazionario proposto a partire dal 17 giugno scorso da Edf, il colosso energetico francese. Secondo indiscrezioni rese note stamani dal sito Internet del settimanale Investir la raccolta avrebbe già superato i due miliardi di euro.
La scorsa settimana Pierre Gadonneix, presidente di Edf, aveva dichiarato che sarebbe stato «molto contento» se l’operazione avesse totalizzato più di un miliardo di euro. A questo punto, secondo diversi esperti finanziari, il megaprestito obbligazionario di Edf, i cui termini scadono il prossimo 10 luglio, potrebbe addirittura raggiungere quota tre miliardi, anche se è probabile che il gruppo chiuda la raccolta in anticipo.
Fortemente indebitato, ma con ottime prospettive di sviluppo, Edf ha bisogno di liquidità per finanziare i suoi nuovi investimenti, in particolare nel settore nucleare. Nicolas Sarkozy considera questo prestito un test in vista di operazioni simili che potrebbero essere lanciate da altri gruppi pubblici. Era dagli anni Ottanta che una società di queste dimensioni non proponeva in Francia un prestito obbligazionario su larga scala destinato ai piccoli investitori. (Leonardo Martinelli)