• Articolo , 13 giugno 2007
  • Occhi puntati sulle emissioni della stampa

  • L’obiettivo è creare e salvaguardare nel lungo periodo le nuove foreste. Per il ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio ‘è estremamente importante per la salvezza del pianeta puntare sulle energie rinnovabili e la creazione di nuove foreste’

Contribuire alla creazione di nuove foreste e alla compensazione delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera. È questo l’obiettivo della campagna “Impatto Zero” lanciata dal network multimediale Lifegate, con il contributo del Ministero dell’Ambiente. Grazie a tale iniziativa, saranno create in aree critiche della terra delle “aree verdi per sempre”, riserve destinate per statuto a conservare il patrimonio naturale e a tutelare gli ecosistemi presenti con un alto grado di biodiversità, preservando nel lungo periodo le nuove foreste da inquinamento, attacchi parassitari ed incendi. Tra i settori indicati da Lifegate come particolarmente inquinanti, c’è anche quello della carta stampata: è stato infatti riscontrato che in sei mesi la stampa di una rivista provoca l’emissione di circa 6,8 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Il primo ad aderire alla campagna è stato il periodico “Panorama”, edito da Mondadori, che dal 22 giugno e per tutto il 2007 uscirà con il bollino verde, a simbolo dell’impegno preso per compensare, per sei mesi, il costo che l’ecosistema sopporta per la produzione e i consumi derivanti dalla stampa del settimanale. In questo periodo quindi la rivista sarà prodotta in modo ecocompatibile. (fonte Ansa)