• Articolo , 20 maggio 2009
  • Occhio Solar, la telecamera fotovoltaica

  • Progettata per le aree non elettrificate, permetterebbe di tenere sotto controllo le zone interessate riducendo al minimo i bisogni energetici

(Rinnovabili.it) – Dopo telefonini, lampioni, caricabatterie, veicoli ed una serie infinita di eco-gadget la tecnologia fotovoltaica fa il suo ingresso anche mondo nelle riprese video grazie ad Occhio Solar, la prima videocamera che ad energia solare. A realizzarla è stata la società spagnola Próxima Systems, specializzata nel monitoraggio e controllo remoto di impianti industriali.
Si tratta di una telecamera IP Axis alimentata da un modulo fotovoltaico collegato a sua volta ad una batteria per permettere di continuare a operare anche durante la notte o in assenza di sole. La trasmissione delle immagini avviene tramite rete di telefonia mobile GPRS o 3G, in base alla disponibilità nella zona e permette in tal modo, spiegano i realizzatori, di “avere un occhio anche in zone dove installare una rete elettrica non è pratico o conveniente” come ad esempio zone protette di particolare interesse ambientale.
La telecamera necessita dunque di una carta SIM con contratto di telefonia mobile che copra l’area interessata e si avvale di un procedimento molto semplice: una volta installato il sistema è sufficiente inserire l’URL della fotocamera (ad esempio http://micamara.axiscam.net) in un browser web o in un cellulare per vedere che cosa succede sul posto, con la possibilità di scegliere tra un’immagine a bassa risoluzione, una ad alta risoluzione o video in streaming.
E’ possibile inoltre configurare Occhio Solar in modo che invii le immagini a un server ogni pochi minuti, permettendo così di ridurre il consumo quando più utenti mobili accedono alla stessa la fotocamera. Nelle intenzioni dell’azienda c’è ora quella di introdurla, a breve, sul mercato nazionale e in altri tre paesi: Italia, Portogallo e Marocco.