• Articolo , 2 marzo 2010
  • Oettinger (Ue): l’Unione potrebbe appoggiare anche South Stream

  • “La priorità dell’Unione Europea é chiara – ha detto Gunther Oettinger, nuovo commissario europeo all’energia, – vogliamo sviluppare il corridoio meridionale. L’Ue vuole un collegamento diretto con il Caspio e la regione medio orientale”. E quindi il gasdotto Nabucco rimane una priorità per la Ue questo però non impedirebbe che potrebbe interessarsi anche alla realizzazione […]

“La priorità dell’Unione Europea é chiara – ha detto Gunther Oettinger, nuovo commissario europeo all’energia, – vogliamo sviluppare il corridoio meridionale. L’Ue vuole un collegamento diretto con il Caspio e la regione medio orientale”.
E quindi il gasdotto Nabucco rimane una priorità per la Ue questo però non impedirebbe che potrebbe interessarsi anche alla realizzazione concorrente, il russo South Stream.
Il cosiddetto corridoio Sud con il gasdotto Nabucco farà arrivare il gas del Mar Caspio in Europa. Obiettivo: diminuire la dipendenza dal gas russo. Ma Oettinger ha spiegato che la Ue potrebbe anche sostenere altri progetti, facendo riferimento allo “White Stream”, dalla Georgia all’Ue, al ITGI con cui il gas azero arriverà in Italia, e il TAP – Trans Adriatic Pipeline, dalla Grecia all’Italia.
“Non ci metteremo di traverso per South Stream, il progetto Eni-Gazprom-Edf – precisa Oettinger che anzi aggiunge – potrebbe essere sostenuto dalla Commissione Europea, a condizione che rispetti i criteri tecnici per la sicurezza”.
Insomma mentre ”South Stream accrescerà la capacità di importazione, Nabucco non aumenterà solo la quantità di forniture ma, diversificherà i fornitori e creerà una condizione di maggiore indipendenza per l’Europa.