• Articolo , 30 settembre 2009
  • Olimpiadi 2016: Tokyo immagina uno stadio ad energia solare

  • Takemura confida nell’International Olympic Committee (IOC) per confermare Tokyo sede sostenibile dei prossimi giochi olimpici.

(Rinnovabili.it) – L’International Olympic Committee (IOC), “ha reso noto il suo impegno nel voler contribuire positivamente attraverso i giochi olimpici al futuro del nostro pianeta”. A riferirlo Shin-ichi Takemura, un esperto di ambiente, e parte del team per la progettazione delle Olimpiadi che si terranno nel 2016.
Sono Tokyo, Chicago, Madrid e Rio de Janeiro le quattro città candidate a divenire protagoniste dei prossimi giochi olimpici, ma la capitale del Giappone sembra avere una carta in più, quella della sostenibilità.
Come ha affermato ripetutamente Takemura, lo stato orientale sta adottando ogni tipo di premura per rendere il grande evento compatibile con l’ambiente, integrando nel disegno anche l’utilizzo di fonti energetiche alternative oltre che di una mirata cautela per ridurre al minimo la produzione di CO2.
In questo senso è stato presentato il progetto per la realizzazione dello stadio, il primo al mondo interamente alimentato da energia solare, e dei giochi che si svolgeranno al suo interno, totalmente all’insegna della sostenibilità ambientale.
Contribuire alla crescita della sensibilità per l’ambiente, è il messaggio doveroso che un appuntamento importante e di scala mondiale, come le olimpiadi, devono poter trasmettere in maniera universale all’umanità e di cui pertanto lo stato nipponico vuole farsi portabandiera.
Takemura ritiene Tokyo sia il luogo migliore dove poter accogliere le Olimpiadi del 2016, sicuro dell’appoggio da parte dello IOC, che potrà, attraverso il contributo giapponese, affermare e sostenere vecchi e nuovi propositi per il rispetto dell’ambiente.
“Se Tokyo, con una densità di 30 milioni di abitanti, potesse raggiungere questo obiettivo, sarebbe di grande incoraggiamento per il pianeta intero”, ha infine aggiunto.