• Articolo , 29 ottobre 2010
  • One Tonne life: 6 mesi per perdere 6 tonnellate… di CO2

  • Nasce un nuovo partenariato in Svezia per sperimentare uno stile di vita più eco-friendly. A-Hus, Vattenfall e Volvo Car Corporation metteranno per sei mesi una famiglia normale sotto osservazione nel loro eco-progetto

(Rinnovabili.it) – Sei mesi di tempo per tagliare le emissioni di anidride carbonica di una famiglia dell’85% e dimostrare che si può vivere ecologicamente senza perdere in comfort e qualità. Una sfida impossibile? Secondo Volvo Car Corporation no, e per questo motivo ha stipulato una partnership con altri due grandi nomi svedesi con cui dare il via ad un esperimento ad alta sostenibilità. In accordo con il costruttore A-Hus e la società energetica Vattenfall, Volvo Car Corporation ha lanciato “One Tonne Life”:http://onetonnelife.com/homepage, progetto-studio che si propone di mostrare come, con la giusta tecnologia e ‘know how’, un nucleo familiare qualsiasi possaridurre in maniera significativa la propria impronta di carbonio. In altre parole, come si possa passare ad uno stile di vita più sostenibile, abitando in una casa a bassi consumi, usando energia pulita e guidando un veicolo a zero emissioni.
Il nome del progetto è stato scelto non a caso: l’obiettivo dell’iniziativa è infatti portare le emissioni annuali di CO2 pro-capite di una famiglia svedese dalle 7 tonnellate, considerata come la quantità media a livello globale, ad una sola tonnellata. In attesa che vengano scelte le fortunate “cavie” del progetto, la casa dell’esperimento è già in fase di realizzazione. A disegnarla ci ha pensato l’architetto Gert Wingårdh, per A-Hus, in quella che egli stesso ha definito una sfida emozionante. L’edifico sarà in legno bianco, caratterizzato da un design capace di assicurare alti standard d’efficienza energetica e rispondere in maniera pulita alle proprie esigenze termiche ed elettriche. Efficienza a partire dagli infissi pensati appositamente con telai sporgenti in modo che si comportino come dei frangisole quando il sole è alto nel cielo d’estate, ma lascino entrare la luce quando è basso sull’orizzonte nei mesi invernali. Pareti in legno lamellare a triplo strato, finestre con un alto valore di isolamento termico (U 0,6 per quelle fisse), impianto di riciclaggio dell’aria e sistema a pavimento radiante completano il quadro.
La casa inoltre dotata sia di collettori solari termici che moduli fotovoltaici e quest’ultimi potranno stoccare l’energia in eccesso nelle batterie dell’auto elettrica fornita dalla Volvo e ovviamente parte integrante del progetto. Non manca un particolareggiato sistema per differenziare i rifiuti domestici e un impianto di domotica con cui tenere sotto controllo i consumi in tempo reale.
“One Tonne Life proverà in maniera concreta che cosa significhi per una famiglia vivere con una piccola impronta di carbonio. Con il know-how, la tecnologia giusta e un atteggiamento coerente, crediamo che sia possibile accedere a questo obiettivo già oggi e senza fare grandi sacrifici”, ha dichiarato Torbjörn Wahlborg di Vattenfall che al progetto assicurerà una fornitura di energia ottenuta esclusivamente da fonti rinnovabili. “Gran parte delle tecnologie e delle soluzioni che stiamo dando alla famiglia sono già disponibili al pubblico, o lo saranno in un futuro molto prossimo. In altre parole, questo non è un inverosimile progetto di fantascienza, ma piuttosto l’utilizzo di ciò che è già disponibile, qui e ora”.