• Articolo , 18 aprile 2011
  • Optimagrid, e le aree industriali diventano energeticamente indipendenti

  • Grazie ai finanziamenti europei il progetto Optimagrid ha dato vita ad una micro-rete green che aiuterà il centro industriale di Rocaforte ad autoalimentarsi senza emissioni di inquinanti

(Rinnovabili.it) – Rendere le aree industriali energeticamente autosufficienti attraverso la creazione di una microrete di distribuzione alimentata con energia prodotta da fonte rinnovabile è uno degli obiettivi principali del progetto europeo *Optimagrid*, che verrà presentato in conferenza dal Dipartimento per l’Integrazione in Rete delle Energie Rinnovabili del “CENER”:http://www.cener.com/es/integracion-red-energias-renovables/index.asp (Centro Nazionale per le Energie Rinnovabili) organizzata il 6 maggio prossimo a Sangüesa.
Con l’occasione i partecipanti all’evento potranno visionare la Microred, la micro-rete, che il CENER ha recentemente messo in funzione per dare energia al “Laboratorio di Prova degli Aerogeneratori”:http://www.cener.com/es/energia-eolica/laboratorio-ensayo-aerogeneradores.asp del Centro così come alla zona industriale di Rocaforte, che ospita il laboratorio stesso. Durante la sessione del 6 maggio prossimo saranno quindi affrontate tematiche sia pratiche che teoriche facendo anche riferimento a progetti di successo. Con a disposizione un budget di circa un miliardo e 190mila euro Optimagrid, grazie anche al finanziamento del Governo di Navarra e della Commissione europea attraverso il Fondo di Sviluppo Regionale (FESR), avrà una durata di due anni e sarà coordinato dall’Università di San Jorge, i cui membri includono la Fondazione per lo sviluppo di nuove tecnologie dell’idrogeno in Aragona, il Centro di Ricerca per le risorse e e il consumo energetico (CIRCE), ESTIA Recherche, AICIA l’Istituto Tecnico Superiore dell’Università Tecnica di Lisbona e il CENER.