• Articolo , 19 settembre 2008
  • Pacchetto clima-energia: Prestigiacomo incontra Borloo

  • Chi più inquina più paghi: è questo il principio che deve valere nelle norme della Commissione europea, secondo il nostro ministro dell’Ambiente

Si è svolto oggi, nel corso di una visita a Nizza, l’incontro tra il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, e quello francese, Jean Louis Borloo. Al centro dell’incontro le criticità più rilevanti della direttiva europea “clima energia”, nonché quelle del regolamento che dovrà disciplinare le emissioni di CO2 dalle auto nuove, entrambe ora sotto esame del Consiglio dell’Unione. Punto fondamentale rimarcato dalla Prestigiacomo la necessità che le norme che saranno varate non comportino distorsioni della concorrenza e impatti negativi sulla competitività delle imprese italiane. Il ministro ha anche evidenziato come il principio del “chi più inquina più paga” non sembri essere sempre pienamente soddisfatto dalle norme proposte dalla Commissione europea, nonostante il peso che questo aspetto ha all’interno delle strategie energetiche e ambientali. Da parte sua Borloo ha invece assicurato la disponibilità della Francia a valutare le richieste italiane, sottolineando la necessità di giungere a una rapida approvazione dei provvedimenti così da inviare un segnale positivo a tutto il mondo in vista dei prossimi negoziati internazionali sui cambiamenti climatici. Al termine dell’incontro il ministro Prestigiacomo ha dichiarato: “Chiediamo attenzione alle richieste italiane. Il pacchetto, allo stato attuale, contiene previsioni troppo penalizzanti per il nostro sistema produttivo a fronte di un dubbio risultato in campo ambientale, qualora non si giungesse presto a un accordo globale sulla riduzione delle emissioni”.