• Articolo , 19 novembre 2008
  • Pacchetto UE. Prestigiacomo: strumentalizzazioni inutili, utile la cooperazione fra Stati

  • Il Ministro dell’Ambiente evidenzia come in questa complessa situazione di crisi a livello mondiale in campo climatico-energetico siano fondamentale una collaborazione reale fra gli Stati europei e non solo, sfruttando il vento di novità che soffia dagli USA

Il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, intervenendo in un’audizione alle Commissioni riunite Ambiente e Industria del Senato, tiene a sottolineare come, in relazione alla discussione del pacchetto UE clima-energia, a torto e attraverso strumentalizzazioni politiche, l’Italia sia stata presentata come quello che in ambito eurupeo “remava contro l’impegno per l’ambiente”. Il Ministro dell’Ambiente ha evidenziato come, in previsione della riunione dei Capi di Governo di dicembre, “gli sforzi per trovare un’intesa equa e sostenibile saranno intensificati perchè è interesse di tutti, dell’Italia in primo luogo, che la battaglia europea per l’ambiente non veda battute d’arresto ma possa proseguire in una cornice di realismo e concretezza”. In questo contesto sarà importante anche il contributo degli Stati Uniti, che con il loro nuovo Presidente Obama, intendono fornire nei confronti della lotta all’inquinamento per far fronte ai cambiamenti climatici. “Un impegno – ha sottolineato il Ministro Prestigiacomo – che non mi sembra prescinda, come da taluni in Europa si vorrebbe, dalla attuale crisi economica mondiale ma al contrario proprio dalla crisi parte e per la crisi cerca soluzioni anche attraverso politiche di sviluppo sostenibile, capaci di innescare nuovo sviluppo dell’economia reale”. A livello europeo quindi, secondo il Ministro, l’obiettivo non è da perseguire attraverso misure sanzionatorie e punitive, ma attraverso un’opportuna politica che induca gli “investimenti in innovazione tecnologica per qualificare e rendere più competitiva, oltre che più ecosostenibile, l’economia europea”.