• Articolo , 18 novembre 2008
  • Paganetto: Sviluppo e Efficienza, binomio inscindibile

  • Investire nell’efficienza energetica per rimettere in moto l’economia del Paese. Una strategia di sviluppo che trova l’ENEA già preparata

Sono stati il risparmio e l’efficienza del sistema edilizio ed industriale i temi principali su cui la UIL, la Feneal UIL e la UILM hanno discusso oggi nel convegno romano “Risparmio ed Efficienza: la prima fonte di energia”. Occasione per confrontarsi sulle questioni e individuare gli strumenti di governance più validi a tutela del clima e dell’ambiente, la giornata ha accolto anche l’intervento del Prof. Luigi Paganetto, Presidente ENEA, che, sottolineando come l’Ente si sia già attrezzato per rispondere al suo nuovo ruolo di Agenzia Nazionale per l’efficienza energetica, ha dichiarato: “Il recupero di efficienza energetica è un aspetto fondamentale per il futuro sviluppo del Paese in quanto consente di ridurre i costi dell’energia e soprattutto di rimettere in moto l’economia creando sviluppo e occupazione”. “Recentemente l’impegno dell’Enea sul territorio – ha precisato – ha permesso lo svolgimento importanti iniziative nelle principali città italiane in cui ha messo la propria competenza a disposizione degli operatori, delle istituzioni e della collettività”. “Investire nell’efficienza energetica e nelle tecnologie innovative – ha proseguito – può fungere da volano per contribuire a contrastare la crisi economica grazie ad un vasto coinvolgimento delle piccole e medie imprese, ma anche delle famiglie”. Per questo l’Enea “intende offrire il proprio contributo scientifico e tecnologico – ha concluso – assicurando il trasferimento tecnologico nei settori industriale, civile e dei trasporti, in un contesto di sinergia con altri attori istituzionali in diretto collegamento con il sistema delle imprese”.