• Articolo , 12 novembre 2009
  • Pannolini sporchi? In UK fonte di energia e di materiali edili

  • Sorgerà a Birmingham il primo impianto britannico di riciclaggio dei pannolini usa e getta che fornirà energia verde e prodotti polimerici da reindirizzare all’industria edilizia

(Rinnovabili.it) – Potere ai bambini sembra gridare l’iniziativa di due società britanniche che hanno unito le proprie forze e conoscenze per rivalorizzare un rifiuto particolare: i pannolini usa e getta. Versus Energy e Knowaste hanno infatti firmato un accordo finalizzato alla realizzazione nel cuore industriale dell’Inghilterra del primo impianto di riciclaggio in grado di auto-alimentarsi attraverso l’energia generata dal recupero dei materiali organici dei pannolini stessi.
La percentuale trattabile rappresenta solo il 2% del rifiuto integro, la rimanente frazione verrà invece essiccata sterilizzata e separata in pasta cellulosica e plastica da rimpiegare in altri processi produttivi. Roy Brown, Presidente e ceo di Knowaste Ltd ha spiegato: “Più di 750.000 tonnellate di pannolini sono smaltiti nel Regno Unito ogni anno, una cifra che sottolinea l’importanza dello sviluppo di usi alternativi per la fase di smaltimento”.
I sotto prodotti così ottenuti saranno reindirizzati ai processi di fabbricazione di tegole e materiali di copertura piuttosto che carta da parati e addensanti industriali. “Esiste un potenziale sinergico tra il materiale di scarto prodotto da industria e famiglie e le materie prime necessarie e i prodotti edili. Dimostriamo come ciò sia un’opportunità win-win”, ha concluso Brown.
L’impianto, nelle previsioni di entrambe le aziende, dovrebbe essere realizzato entro il 2010 a Birmingham.