• Articolo , 4 gennaio 2010
  • Parco eolico in Mugello, il no dopo un iter condiviso

  • La delibera con la quale la giunta regionale della Toscana esprime “pronuncia negativa di compatibilità ambientale” sul progetto del parco Eolico Monte Spicchio e Monte Citerna nei comuni di Barberino e Firenzuola è l’ultimo atto di un percorso condiviso che ha visto la partecipazione di tutti i soggetti interessati: dai comuni alla provincia di Firenze, […]

La delibera con la quale la giunta regionale della Toscana esprime “pronuncia negativa di compatibilità ambientale” sul progetto del parco Eolico Monte Spicchio e Monte Citerna nei comuni di Barberino e Firenzuola è l’ultimo atto di un percorso condiviso che ha visto la partecipazione di tutti i soggetti interessati: dai comuni alla provincia di Firenze, alla comunità montana del Mugello, alle autorità di bacino dell’Arno e del Reno, all’Arpat e alla Ausl di Firenze, ai vari settori interessati della Regione Toscana.

La delibera approvata dalla giunta regionale Toscana il 21 dicembre 2009 (deliberazione n. 1199/2009) riporta in sostanza i contributi di tutti gli enti e riprende le conclusioni della conferenza dei servizi che si era tenuta il 16 giugno 2009. In sintesi nei vari documenti agli atti, che risultano allegati alla delibera approvata, pubblicata sul bollettino ufficiale n. 52 del 30.12.2009, emerge la non compatibilità dell’impianto eolico progettato sia per ragioni paesaggistiche, sia per ragione naturalistiche e legate alla presenza di avifauna tutelata nelle zone interessate, sia per un complessivo rapporto negativo fra i costi e i benefici.