• Articolo , 3 febbraio 2010
  • Per gli edifici di domani una pelle di fotovoltaico a concentrazione

  • Dal Case di New York un sistema modulare di solare a concentrazione ad alta integrazione, applicabile su edifici sia nuovi che vecchi

(Rinnovabili.it) – L’energia pulita costituisce già di per sé una ragione sufficiente per integrarla nella nostra vita. Ma, se accanto all’indubbia utilità si ottiene anche una forma esteticamente allettante allora il quadro può definirsi completo. Con questa spinta il Centro per l’Architettura Scienze ed Ecologia (CASE) di New York ha sviluppato un sistema fotovoltaico a concentrazione efficiente e conveniente, soprannominato “Dynamic Solar Facade”, con la caratteristica d’essere perfettamente integrabile nell’edificio garantendo la massima visibilità esterna e la diffusione della luce solare all’interno.
Per realizzare ciò il CASE ha miniaturizzato e distribuito i componenti essenziali di tale tecnologia in supporti di vetro a faccia anteriore pentagonale e sigillati ermeticamente a concentratori trasparenti a forma piramidale con una piccola cella multigiunzione situata nel centro.
Il team che ha lavorato al progetto afferma che questo sistema abbia un’efficienza del 60-80%, non solo nel produrre elettricità ma anche nello sfruttare il calore generato dal sole, che viene catturato tramite un dissipatore e quindi utilizzato per riscaldare l’acqua all’interno dell’edificio stesso o per riscaldare gli ambienti. Il design modulare permette inoltre la facile istallazione sia su applicazioni in retrofit che in edifici di nuova costruzione e nonostante il prodotto non sia ancora disponibile sul mercato sembrerebbe esitere già una società interessata a rendere la tecnologia commerciale.
Nel frattempo CASE ha installato il suo primo progetto dimostrativo su scala reale, con 64 concentratori in un’installazione di vetro presso il Centro di Eccellenza in Sistemi Energetici ed Ambientali di Siracusa, per cui si prevede l’inaugurazione a marzo.