• Articolo , 18 novembre 2010
  • Per Indonesia e Norvegia una cooperazione dinamica sull’ambiente

  • Si rafforza la collaborazione fra le due nazioni, con un occhio di riguardo alle questioni climatiche ed energetiche

(Rinnovabili.it) – Il ministro degli Esteri Marty Natalegawa e il suo omologo norvegese Jonas Gahr Stoere hanno firmato in questi giorni una dichiarazione congiunta per rafforzare la loro vincente cooperazione bilaterale. Un’intesa su tutte la questioni di rilevanza globale in cui le due nazioni continueranno ad unire gli sforzi economici e politici, a partire da quelle inerenti i cambiamenti climatici e la sicurezza energetica.
Oltre ad aver ipotizzato progetti di esplorazione delle risorse marine, la cooperazione si concentrerà ancora una volta sulla tutela della foresta indonesiana; in realtà, i due paesi hanno già firmato un accordo di finanziamento lo scorso maggio in base al quale, a fronte di un fondo da un milione di dollari concesso dallo stato nordico si richiedeva a Jakarta d’imporre una moratoria di due anni sullo sfruttamento delle foreste naturali e delle torbiere a partire dal 2011, nonché la creazione di istituzioni indipendenti e di sistemi finanziari, misurabili e verificabili che supportino le operazioni di gestione del patrimonio verde.
In base all’accordo, l’Indonesia ha creato una speciale task force per implementare il sistema REDD +, ovvero _”Ridurre le Emissioni provocate dalla Deforestazione e dal Degrado delle foreste”._ L’iniziativa, lanciata dall’Onu nel settembre 2008, collega direttamente gli incentivi finanziari al carbonio conservato nelle foreste. Calcolando quest’ultimo si dovrebbe riuscire a stabilire quanto un paese ha fatto per evitare la deforestazione e verrebbero concessi, in presenza di buoni risultati, sostegni finanziari. La Norvegia risulta essere uno dei maggiori finanziatori del progetto avendo già stanziato 52,2 milioni di dollari per il 2008/2009 e 32,1 milioni per il 2010.