• Articolo , 10 marzo 2011
  • Per Nuova Delhi un polmone coltivabile fatto di vecchie auto

  • Arriva dai francesi di Atelier CMJN “LO2P Recycling Skyscraper”, la fattoria verticale disegnata per la capitale indiana e concepita come un immenso centro di riciclaggio

(Rinnovabili.it) – Concepito come una turbina gigante, simile nell’aspetto a un’immensa ruota panoramica vegetale, *LO2P* è il nuovo progetto dello studio francese Atelier CMJN per la Skyscraper Competition 2011, il concorso annuale che dal 2006 premia le migliori idee che ridefiniscono il concetto di grattacielo attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, materiali, programmi ed estetica.
E non delude le aspettative LO2P, pensato dai suoi ideatori per la megalapoli Nuova Delhi, una delle città più inquinate al mondo a causa dell’aumento esponenziale della popolazione e delle auto. Partendo da quest’ultimo dato, che vuole i mezzi privati crescere ad un ritmo vertiginoso (ogni giorno 1000 nuove automobili) l’idea alla base del progetto è quella di realizzare un centro di riciclaggio a 360°; non solo infatti il materiale da costruzione per la nuova struttura proverrebbe da vecchie auto, ma l’intero edificio è concepito come un gigante polmone circolare con il compito di ripulire l’aria della capitale indiana, attraverso delle serre di grandi dimensioni che fungono da depuratori.
La struttura e concettualmente divisa in due spazi: alla base il centro di riciclaggio vero e proprio e una gigante torre circolare che ospita nella sua cornice esterna una fattoria verticale. Il centro produce dai rifiuti elettricità calore e anidride carbonica che vengono dirottate alle colture nella parte superiore, a loro volta destinate a produrre alimenti, ossigeno e biocarburanti. Completano il quadro una serie di filtri rotativi che catturerebbero le particelle sospese nell’aria, pompando in cambio aria fresca.