• Articolo , 16 giugno 2009
  • Per rispettare l’ambiente “adotta una lampadina”

  • Le piazzole saranno organizzate con due diversi tipi di cassonetti per neon e normali lampadine, che potranno essere smaltite in maniera corretta

(Rinnovabili.it) – Ecolight, il sistema collettivo per la raccolta e il riciclaggio dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee), in merito al progetto “Adotta una lampadina” ha comunicato che verranno organizzate circa mille piazzole ecologiche pronte ad accogliere e riciclare le comuni lampadine. Grazie a questa iniziativa si riuscirà a separare il vetro dal metallo e dalle altre parti inquinanti visto che ad oggi vengono recuperate solo il 25% delle lampadine presenti sul mercato.
“Più di mille isole ecologiche hanno già avuto questi particolari cassonetti per la raccolta delle sorgenti luminose – spiega Giancarlo Dezio, direttore generale del consorzio Ecolight -. Abbiamo deciso di stimolare la differenziazione nella raccolta delle lampadine andando incontro quelle che sono le più banali esigenze per chi gestisce una piazzola per la raccolta dei rifiuti: trovare un adeguato posto dove poterle raccogliere, senza che vi sia dispersione di vetro o sostanze inquinanti”.
“Solitamente le lampadine che cambiamo all’interno delle nostre abitazioni vengono messe nel sacco dell’indifferenziato, oppure in mezzo al vetro. Ma non è la loro giusta collocazione: come Raee devono seguire una raccolta a sé ed essere inviate verso gli impianti di separazione e recupero. Procedure che non tutti conoscono, ma che la normativa in vigore prevede”.
Nelle piazzole saranno istallati due diversi tipi di cassonetti, uno per le lampadine ad incandescenza ed un altro per le lampade al neon, che necessitano di un trattamento di smaltimento diverso vista la presenza di un gas all’interno.
In questo modo si avrà la sicurezza che, oltre al vetro e al metallo, verranno smaltiti correttamente anche sostanze pericolose e inquinanti come il mercurio.