• Articolo , 28 ottobre 2009
  • Pesci e solare a concentrazione, una coabitazione energetica

  • Celle ad alta efficienza, inizialmente progettate per i veicoli spaziali, adagiate placidamente su una piscina per l’ittiocoltura. Così la San Diego Gas & Electric sperimenta il fotovoltaico a concentrazione

(Rinnovabili.it) – La San Diego Gas & Electric ha dato il via ai test di fattibilità commerciale per un nuovo concentratore solare dalla tecnologia unica.
Il sistema, sviluppato dalla californiana Pyron Solar, è stato pensato con un meccanismo di raffreddamento passivo tramite l’istallazione direttamente su bacini d’acqua e si presta, per il ridotto spazio, ad essere integrato perfettamente con altre funzionalità. Prova ne è lo stesso progetto dimostrativo, istallato in una piscina di 13 metri adibita alla piscicoltura.
Le unità fotovoltaiche, galleggianti e con una capacità di 20 kW, impiegano lenti in acrilico e un sistema a doppio puntamento per catturare l’energia solare e concentrarla su un particolare vetro ottico, che a sua volta diffonde la luce sulla cella sottostante.
Nei piani c’è anche l’idea di impiegare palline di plastica, della stessa taglia di quelle del ping pong, per ridurre l’evaporazione. Ai pesci, invece, il compito di tenere a bada le zanzare ma anche quello di dimostrare la fattibilità dell’impianto in sistemi preesistenti come vasche aperte e serbatoi utilizzati per l’irrigazione o allevamenti ittici.
Pyron ripone fiducia che il sistema possa rilevarsi attraente per i costi d’istallazione e di manutenzione relativamente bassi combinati con la sua alta efficienza. La sperimentazione durerà 18 mesi dopodiché la società intende tentare la produzione su scala.