• Articolo , 1 febbraio 2008
  • Petrolio: cali da Singapore a New York

  • La discesa delle quotazioni del barile di petrolio è dovuto, dall’est asiatico come in Europa e negli Usa, ai timori del mondo finanziario sul non positivo andamento delle economie, soprattutto di quella statunitense

E’ ancora in ribasso, sui mercati asiatici, il prezzo del greggio. Influiscono sempre le notevoli perplessità sull’evoluzione della crisi economica negli Usa ma ora contano anche quelle sulla frenata dell’economia europea. Il “light sweet crude”, contratto con consegna a marzo, a Singapore è stato quotato a 91,11 dollari al barile, -0,64 dollari che a New York. Il Brent del Mare del Nord ha segnato invece i 91,6 dollari (cioè -32 cent). Sulle borse europee il greggio ha oscillato tra i 90 e gli oltre i 92 dollari.