• Articolo , 5 febbraio 2008
  • Petrolio intorno ai 90 dollari a barile

  • Da Singapore a New York, la tendenza è quella ad ondeggiare intorno a quota 90 dollari, in leggera ascesa sui mercati nostrani e in lieve calo sugli asiatici e statunitensi

Sui mercati asiatici, vedi Singapore e Tokyo, il greggio ritorna oggi a poco meno di 90 dollari. Sul dopo-mercato elettronico, riferito al Nymex (Borsa merci di New York), stamattina per esempio a Singapore il “light” per consegna a marzo veniva quotato a 89,76 dollari a barile, cioè a -0,26 dollari sul valore di ieri sera a New York, dove era salito a 90,02 dollari con uno scarto di +1,06 dollari.
A Milano invece i petroliferi sono acquistati su un trend che vede il costo del barile affacciarsi sopra i 90 dollari
In Usa invece si riscontra un rialzo più contenuto che si mantiene infatti sotto quota 90. Motivi: un attacco aereo turco contro i ribelli curdi a nord dell’Iraq, altre violenze in Nigeria e il blocco del canale di Houston, per quasi una giorno, causa nebbia.