• Articolo , 21 maggio 2008
  • Petrolio: picco storico oltre i 132 dollari

  • La corsa non si ferma, speculazioni, scorte limitate, domanda sostenuta, questi alcuni dei fattori che trascinano in alto le quotazioni

Il prezzo del petrolio a causa dell’inaspettato calo delle scorte di greggio statunitese è schizzato in alto, sfondando la quota di 132 dollari al barile. Il “light crude” al Nymex ha quindi toccato il nuovo record di 132,08 dollari. La corsa non si ferma, speculazioni, scorte limitate, domanda sostenuta, questi alcuni dei fattori che trascinano in alto le quotazioni, anche se proprio oggi dall’OPEC arrivano segnali di disponibilità nel senso di stabilizzare il mercato. Ma ormai gli addetti ai lavori sono rassegnati a vivere giorno per giorno cali e picchi, ma anche a considerare stabile il trend di crescita che alcuni analisti ritengono ci porterà a fine anno con il barile a 150 dollari, ma con i più pessimisti che spingono le loro previsioni fino ai 200.