• Articolo , 22 aprile 2011
  • Phoenix, l’auto che finisce nel compost

  • Dieci giorni per realizzarla e 5 anni per usarla: è il bio-veicolo dalla carrozzeria usa e getta dei designer Kenneth Cobonpue e Albrecht Birkner

(Rinnovabili.it) – Dall’auto ecologica a quella biologica. Nelle fervide menti dei designer Kenneth Cobonpue e Albrecht Birkner il concetto veicolo sostenibile prende nuove direzioni, orientandosi verso una maggiore attenzione nei confronti dei materiali piuttosto che dei consumi.
Nasce così Phoenix, l’auto dalla scocca naturale e biodegradibile. Per passare dal concept al prototipo ci sono voluti solo dieci giorni e una serie di materiali rigorosamente ecofriendly: bambù, palma, acciaio e nylon. Il risultato è un veicolo lungo poco più di 3 metri, leggero e dalle linee eleganti. “Questo progetto – spiega Cobonpue – tenta di dar forma al futuro dei veicoli “verdi” utilizzando pelli tessute a partire da fibre organiche abbinati a materiali compositi e realizzati con la tecnologia verde”. Nonostante la difficoltà ad immaginare Phoenix sulle strade urbane i designer hanno progettato il veicolo affinché duri per almeno 5 anni e se i proprietari fossero intenzionati a mantenere il mezzo per un tempo più lungo, basterebbe rinnovare la pelle sul telaio preesistente. Il progetto non comprende il motore, ma spiega Cobonpue il modello si adatta perfettamente ad un motore elettrico compatto.