• Articolo , 10 maggio 2010
  • “Piano Quadro della Ciclabilità”, Alemanno promette 1000 km di piste

  • Piste ciclabili in tutta la città, parcheggi nelle aree di scambio ed incremento delle stazioni di bike sharing. Il Piano presentato dal sindaco di Roma si presenta ambizioso e necessita di fondi per un totale di 43 milioni di euro

(Rinnovabili.it) – “Credo che il “bici-day”, per le notizie e le immagini che giungono da tante città del nostro paese, sia stata un successo. Oggi centinaia di migliaia di italiani hanno partecipato a una “festa nazionale” poco rituale e molto familiare, fatta di passeggiate in bici, centri storici chiusi al traffico, giochi per bambini e di aria pulita” queste le parole del Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiamo pronunciate in occasione della Giornata nazionale della Bicicletta svoltasi ieri. “Il fatto che tanti cittadini, tanti bambini, abbiano partecipando alle iniziative che oltre 1300 comuni, dai grandi – Roma, Milano, Torino, Genova, Napoli, Palermo, Bologna – ai più piccoli, hanno messo in campo – rileva ancora la Prestigiacomo – è un risultato estremamente positivo e, soprattutto, un segnale importante. E’ il segnale che nel paese c’è una gran voglia, una chiara esigenza, di città più vivibili, meno congestionate, meno inquinate.
Insieme ad eventi ed incontri spontanei il 9 maggio è stata l’occasione per la pubblicazione del “Piano Quadro della Ciclabilità del Comune di Roma”:http://files.splinder.com/218db4aad28e8497423397288a278367.pdf , presentato già lo scorso marzo, a sostegno delle politiche per la riduzione delle emissioni dannose e della promozione di mezzi di trasporto alternativi che rappresentino un vantaggio per la città e per la salute dei cittadini. “Oggi siamo qui per una festa collettiva ma anche per prendere un impegno per la città di Roma” ha dichiarato il sindaco Gianni Alemanno in Campidoglio.
Nonostante le polemiche delle Associazioni, perplesse su come saranno reperiti i fondi, e dei ciclisti in merito alle scarse piste attualmente presenti sul territorio della capitale, il sindaco ha annunciato un piano ambizioso fondato sulla fiducia e sulla speranza che Stato, Regione ed Unione Europea sostengano il progetto di mobilità a due ruote stanziato e per cui è stata stimata la necessità di una somma stimata di 43 milioni di euro. Secondo il Piano tra il 2011 e il 2013 dovrebbero vedersi realizzate piste per un totale di 200 chilometri con l’obiettivo di raggiungere i 986 km entro il 2020. L’incremento riguarderà anche i parcheggi nei nodi di scambio per metro e ferrovie, che dovrebbero arrivare dagli attuali 374 ai 1434 mentre altri 2700 verranno realizzati presso le scuole della città, cercando di incrementare anche il meccanismo del bike sharing portando a 350 le attuali 270 stazioni entro il 2016.
“Questo è un piano che Roma non ha mai avuto – ha commentato l’assessore all’Ambiente Fabio De Lillo – ed è uno strumento che l’Europa ci chiede anche per poter accedere ai fondi”.