• Articolo , 9 gennaio 2009
  • Piemonte: De Ruggiero, bene governo su incentivi energetici del 55%

  • ”L’ipotesi di ripristino delle detrazioni fiscali del 55% sugli interventi di efficienza energetica ci trova sostanzialmente concordi perche’ sposa la linea che avevamo sostenuto nelle scorse settimane alla luce dell’intenzione del governo di fare marcia indietro e di bloccare anche in modo retroattivo una chiara volonta’ dei cittadini di migliorare l’ambiente ed il patrimonio edilizio […]

”L’ipotesi di ripristino delle detrazioni fiscali del 55% sugli interventi di efficienza energetica ci trova sostanzialmente concordi perche’ sposa la linea che avevamo sostenuto nelle scorse settimane alla luce dell’intenzione del governo di fare marcia indietro e di bloccare anche in modo retroattivo una chiara volonta’ dei cittadini di migliorare l’ambiente ed il patrimonio edilizio delle famiglie italiane”. Lo dice Nicola de Ruggiero, assessore all’Ambiente della Regione Piemonte, commentando le dichiarazioni della ministra dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo che ha annunciato l’intenzione di riproporre gli incentivi.
”Sono d’accordo con Prestigiacomo quando dice che si tratta di una misura utile per l’ambiente e per l’economia – continua de Ruggiero – e mi auguro che non si tratti solo di uno spot governativo. Mi preoccupa solo il richiamo della ministra alla copertura di bilancio del provvedimento. Credo che di fronte al problema della qualita’ dell’aria, che tocca da vicino la salute dei nostri polmoni, qualsiasi governo abbia l’obbligo di considerare tale scelta una priorita”’.
”Il ripristino degli incentivi purtroppo – conclude de Ruggiero – non sana il clima di confusione e di incertezza generato nei cittadini dalla scelta improvvida del ministro dell’Economia Tremonti di eliminarli col decreto anti-crisi.

Di fronte a tale cancellazione abbiamo potuto toccare con mano un momento di stasi significativo per tutta la filiera economica. Chiaramente quanto perso non si potra’ recuperare.
Ecco perche’ diventa imprescindibile un provvedimento che restituisca la fiducia ai cittadini”.