• Articolo , 24 febbraio 2010
  • PlayEnergy 2009: Enel premia gli studenti

  • Sono 163 i lavori eco-sostenibili presentati davanti ad una Giuria Nazionale aderenti al progetto Enel

(Rinnovabili.it) – Playnergy è il concorso che da sette anni è organizzato da Enel, per cercare di avvicinare i giovani di tutto il mondo alla scoperta delle fonti rinnovabili, che ha avuto oggi a Roma la sua cerimonia di premiazione. I ragazzi coinvolti hanno cercato di creare progetti eco-sostenibili, con soluzioni dedicate alle loro città in funzione di una maggiore vivibilità in armonia con l’ambiente e con idee che consentano di sfruttare l’energia elettrica in maniera intelligente. Sono stati in totale oltre 445.000 gli studenti provenienti da 7.400 istituti di numerosi paesi a rispondere con entusiasmo al progetto. Più di 110.000 ragazzi hanno dato vita a circa 3000 piani di lavoro, selezionati dalle giurie regionali e successivamente giudicati da una Giuria Nazionale.
All’evento ha partecipato il Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, e a premiare i progettisti più bravi è stato il presidente dell’Enel Piero Gnudi con l’Amministratore Delegato e Direttore generale Fulvio Conti, il quale parlando dell’iniziativa ha detto: “Il Progetto PlayEnergy dimostra come il tema dell’energia può avvicinare le nuove generazioni di diverse nazionalità, superando i confini geografici. Crediamo sia necessario continuare a sensibilizzare i giovani, ai quali è affidato il futuro del mondo, sui temi dello sviluppo sostenibile, dell’efficienza energetica e del valore della ricerca scientifica per diffondere sempre più la cultura di un uso attento e consapevole del ‘bene’ energia”.
I vincitori sono stati suddivisi in categorie. Per le scuole primarie è stata premiata la seconda classe del Circolo I Grazia Deledda di Carbonia(Ca), con il progetto “Ecoscuola”. Nella categoria delle scuola secondaria di primo grado ha vinto “Ai confini del condominio” realizzato dalle seconde classi della Scuola Media Alessandro Manzoni di Montefiascone (VT). La vincitrice delle scuole secondarie di secondo grado, è stata la classe gruppo Arca dell’ I.T.I. Antonio Bernocchi di Milano che ha dato vita a “Lo scalino energetico”.
Inoltre i ragazzi del Liceo scientifico “Pasquale S. Mancini” di Avellino, hanno vinto la terza edizione del master PlayEnergy con la realizzazione di “Acqua … un bene prezioso”.
I premi sono vari e vanno da consolle Nintendo, lettori DVD portatili, computer didattici, lampade di design e molti altri, oltre che a week-end in una capitale europea. Inoltre sono previsti finanziamenti a ogni istituto vincitore delle varie categorie, e per gli istituti primi classificati, è prevista l’installazione di un impianto fotovoltaico della potenza di 2 kW.