• Articolo , 21 dicembre 2007
  • Pmi: 500 Mln per dare il benvenuto all’energia rinnovabile

  • Confindustria e il Gruppo Mps stanziano un consistente plafond, orientato a finanziare le imprese attraverso due strumenti denominati “Innovazione e sviluppo” ed “Welcome Energy”

500 milioni di euro per favorire l’innovazione e la competitività delle piccole e medie imprese ed incrementare l’utilizzo delle energie alternative. E’ questo il risultato dell’accordo siglato dal Gruppo Mps (Banca Monte dei Paschi di Siena, Banca Agricola Mantovana, Banca Toscana) e da Confindustria, ed attivo dai prossimi giorni fino al 31/12/2008. La Confederazione e le tre banche consolidano così il loro rapporto di collaborazione, condividendo entrambe – come si legge in una nota – la necessità di fornire alle imprese italiane strumenti finanziari in grado di soddisfare esigenze di investimento, per innovazione tecnologica, sviluppo commerciale e strutturale e sfruttamento delle energie alternative. Francesco Bellotti, Presidente del Comitato tecnico per il credito riservato alle piccole e medie imprese di Confindustria, ha espresso la sua soddisfazione dichiarando che “il rinnovo di questo accordo costituisce la migliore testimonianza della volontà di Confindustria e del Gruppo Mps di mettere a disposizione delle Piccole Imprese associate la possibilità di accedere, in maniera facile e semplificata, all’utilizzo di risorse finanziarie destinate a rendere più competitive le PMI, in grado così d’utilizzare nuovi strumenti e nuove tecnologie”. Il plafond potrà essere integrato con ulteriori strumenti finanziari e si avvalerà di due strumenti denominati “Innovazione e sviluppo” ed “Welcome Energy”, il cui pricing sarà correlato al merito creditizio dell’impresa, in un’ottica di applicazione dei criteri stabiliti dal protocollo di Basilea 2. (fonte Asca)