• Articolo , 3 febbraio 2009
  • Polonia e Italia per un futuro a carbone e a nucleare

  • Continua il sodalizio con la Polonia, che l’Italia iniziò a Bruxelles a fine 2008, contro il pacchetto clima-energia della commissione Ue. Stavolta si parlerà del futuro: nucleare e carbone

La prossima settimana sarà in visita a Roma il Ministro dell’Economia polacco Waldemar Pawlak. Uno degli incontri più importanti sarà quello con il nostro ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola con cui l’agenda prevede una approfondita discussione della collaborazione tra Italia e Polonia nel campo dell’energia, collaborazione iniziata a Bruxelles a fine 2008, quando i due paesi si opposero al pacchetto “Clima-Energia” dell’Ue, in controtendenza con le posizioni degli altri stati membri. Anche adesso, non discuteranno delle possibilità dello sviluppo energetico da fonti rinnovabili, ma esamineranno invece i rispettivi programmi inerenti da una parte il nucleare e dall’altra il futuro dello sfruttamento del carbone (quello che chiamano il carbone pulito). Ovviamente non mancherà un incontro con la presidenza della Confindustria, nella persona della presidente Emma Marcegaglia, e un pranzo di lavoro con i maggiori imprenditori italiani che operano in Polonia, associazioni ed esponenti fautori della scelta nucleare.