• Articolo , 7 marzo 2008
  • Porto antico di Genova: energia verde a tutela dell’ambiente

  • Creare un’area a basso impatto ambientale, con energia pulita, uso di materiali riciclati, risparmio energetico e di costi. Queste le linee guida del Civ Porto Antico che, recentemente, ha stipulato un contratto biennale con l’azienda Edison per la fornitura di energia “verde”. “Dopo aver esaminato le offerte delle varie compagnie di fornitura di energia elettrica- […]

Creare un’area a basso impatto ambientale, con energia pulita, uso di materiali riciclati, risparmio energetico e di costi. Queste le linee guida del Civ Porto Antico che, recentemente, ha stipulato un contratto biennale con l’azienda Edison per la fornitura di energia “verde”. “Dopo aver esaminato le offerte delle varie compagnie di fornitura di energia elettrica- spiega Massimo Pasero, vicepresidente CIV Porto Antico- abbiamo scelto Edison perché si è rivelata un partner molto attento e conveniente: tramite questo contratto collettivo, a cui i nostri soci possono aderire senza impegno, otteniamo la fornitura di energia pulita, derivante cioè da fonti rinnovabili, e anche un notevole risparmio sui costi, il prezzo infatti è ottimo e soprattutto bloccato.” Per trasformare l’area del Civ in un’area a basso impatto ambientale, dopo la fornitura di energia pulita, i 30 associati stanno ora cercando un’azienda che fornisca carta riciclata utile per il loro fabbisogno di sacchetti, tovaglioli ecc. e un nuovo partner per la telefonia fissa. “Ci stiamo impegnando molto, ma abbiamo una grande comunione di intenti e il tema è molto sentito. I risultati ci sono: l’80% degli associati ha già aderito al progetto, contiamo di raggiungere presto il 100%. Siamo soddisfatti e, anzi, ci auguriamo di diventare un esempio utile per altri Civ, una sorta di rompighiaccio per il futuro. La tutela dell’ambiente si ottiene con piccoli sforzi quotidiani che però danno grandi risultati”.