• Articolo , 17 giugno 2009
  • Posti di lavoro ‘verdi’ dall’Australia

  • Il settore delle energie rinnovabili e delle energie efficienti potrebbe far diventare il Paese una potenza mondiale

(Rinnovabili.it) – Le energie rinnovabili e l’efficienza energetica creeranno 28 mila nuovi posti di lavoro entro il 2020 in Austalia, lo ha dichiarato il CEC (Clean Energy Council), attraverso le parole del proprio manager esecutivo Matthew Warren.
Il responsabile ha infatti affermato che le energie rinnovabili sono la chiave per la lotta mondiale al climate change, ricollegandosi a quel filone di green philosophy che sta iniziando ora a dare i primi frutti. “Abbiamo un fiorente settore delle energie rinnovabili in Australia, destinato a diventare una potenza economica, non appena il parlamento approverà la legislazione in merito ai target per le energie rinnovabili”, ha spiegato Warren aggiungendo che i progetti presentati hanno avuto il sostegno dei soggetti interessati e della comunità.
Al termine della relazione si è arrivati alla conclusione che l’Australia dovrà produrre “almeno il 50% dell’energia utilizzando fonti rinnovabili entro il 2050, questo creerà sicuramente nuovi posti di lavoro“.
“Questa è una grandissima opportunità per i datori di lavoro, gli investitori, i centri di formazione e per coloro che cercano lavoro di raccogliere i benefici di una rivoluzione verde” ha aggiunto Warren.
La CEC sta lavorando con tutti i livelli di governo, l’industria e gli istituti di istruzione, per essere sicuri di ottenere una legge sulle rinnovabili e spianare la strada per la creazione di questo nuovo settore.