• Articolo , 11 marzo 2010
  • Potenzialità energetiche per il sole a ‘stelle e strisce’

  • Nuovo rapporto sul futuro solare che attende gli States. Il documento, prodotto dal gruppo indipendente Environment America, è stato presentato al Congresso con il sostegno del senatore Bernie Sanders

(Rinnovabili.it) – Gli Stati Uniti potrebbero ottenere il 10% del loro fabbisogno energetico grazie al sole già nel 2030, una percentuale equivalente alla quota attualmente prodotta presso gli impianti nucleari, o ,in altri termini, adoltre la metà dell’energia attualmente consumata da auto e autocarri leggeri americani.
Non si tratta della solita previsione a lungo a termine, ma del fiducioso rapporto dell’organizzazione ambientalista indipendente Environment America, in cui si esamina una vasta gamma di tecnologie e strumentazioni, quali il fotovoltaico, il solare a concentrazione, il termico e i sistemi passivi.
L’analisi è stata presenta in questi giorni al Congresso Usa con il sostegno del senatore Bernie Sanders, lo stesso uomo politico che a febbraio di questo anno introdusse il disegno di legge a favore dell’istallazione di 10 milioni coperture fotovoltaiche sui tetti statunitensi e 200.000 nuovi sistemi solari termici.
“Quando sarà pienamente applicata, questa legge porterà a 30.000 megawatt di nuova energia pulita, il triplo rispetto alla nostra attuale capacità dell’energia solare”, aveva commentato il senatore. La legislazione di Sanders, ha già ottenuto il sostegno di diversi altri senatori democratici, e propone “sconti per l’acquisto e l’installazione di impianti fotovoltaici entro il 2019”.
“In un momento in cui si spendono 350 miliardi di dollari, ogni anno, per l’importazione di petrolio dall’Arabia Saudita e altri paesi, gli Stati Uniti devono allontanarsi dalle fonti straniere per mirare all’indipendenza energetica”.