• Articolo , 12 dicembre 2008
  • Poznan: imprenditori e investitori, appello per il clima

  • Azione decisiva, è quello che chiedono alla conferenza dell’Onu u gruppo di imprenditori e di investitori, da condurre sul lungo periodo e scongiurare una qualche revisione degli accordi

Sono state le grandi aziende e gli investitori a fare un appello per un’azione decisiva in tema di cambiamenti climatici alla platea formata dai rappresentati dei 187 Paesi convenuti alla conferenza sul clima. L’appello è motivato dalla preoccupazione per la crisi finanziaria per la nuova presidenza presidenza degli Stati Uniti che insieme potrebbero ridimensionare gli obiettivi della conferenza di Copenaghen. Più che ad un trattato, secondo alcuni, a Copenaghen si finirebbe per enunciare solo una serie di principi. Questo appello esorta la conferenza di Poznan a ”concordare un piano d’azione” in vista dell’incontro di Copenaghen e del dopo-Kyoto.
”In un periodo in cui la crisi economica potrebbe portare alcuni a chiedersi se ora è il momento opportuno per agire – si legge nell’appello – riteniamo che un’azione decisiva possa invece essere di stimolo all’attività economica globale”.