• Articolo , 12 giugno 2008
  • Prato, nuovo bando per l’efficienza energetica nelle case

  • Presto un nuovo bando della Provincia per l’efficienza energetica nelle abitazioni con altri 400 mila euro di budget e quasi pronto è anche il bando che finanzia il fotovoltaico per le imprese e che mette a disposizione 500 mila euro e incentivi particolari per la sostituzione dell’amianto. Intanto SPES, lo sportello pratese per l’energia e […]

Presto un nuovo bando della Provincia per l’efficienza energetica nelle abitazioni con altri 400 mila euro di budget e quasi pronto è anche il bando che finanzia il fotovoltaico per le imprese e che mette a disposizione 500 mila euro e incentivi particolari per la sostituzione dell’amianto. Intanto SPES, lo sportello pratese per l’energia e la sostenibilità aperto dalla Provincia in piazza Sant’Antonino e coordinato da Legambiente, nei primi tre mesi ha già registrato 120 contatti con cittadini e aziende, che hanno chiesto notizie sul primo bando provinciale per le case, ma anche su acquisto solidale e tariffe speciali. E’ solo una parte del quadro complessivo delle iniziative e dei progetti che sul risparmio energetico la Provincia sta mettendo in piedi insieme ad altri partner, ma questa mattina a Efficienza energetica e fonti rinnovabili, confronto fra istituzioni e imprese ospitato dall’auditorium della cultura e dell’economia dell’Unione industriali, si è cercato di fare il punto sulla questione energia a Prato. “L’amministrazione provinciale sta facendo uno sforzo amministrativo ed economico per dare gambe a progetti in cui crede, sul nostro bilancio i temi del risparmio energetico hanno a disposizione 2 milioni di euro – ha detto il presidente della Provincia Massimo Logli aprendo i lavori – Puntiamo molto su SPES, perché l’incontro fra domanda e offerta è decisivo per vincere questa partita: il sistema degli incentivi deve essere compreso da famiglie e imprese perché dia risultati. Dal punto di vista economico poi la sfida è senz’altro quella di creare una nuova filiera di sviluppo industriale, tecnologico e commerciale con l’apporto di una rete di operatori locali”. L’assessore provinciale all’ambiente Stefano Arrighini ha parlato delle trasformazioni in atto nel consumo di energia (che a Prato ormai da alcuni anni cresce per i trasporti e diminuisce per le attività produttive) ma anche di una nuova sensibilità e di un positivo clima di fiducia del distretto nei confronti delle nuove tecnologie. “Con il primo bando sull’efficienza energetica nelle abitazioni abbiamo già risposto a circa 200 richieste, soprattutto per la sostituzione di caldaie, infissi e vetrature e per l’installazione di pannelli fotovoltaici – ha spiegato – Adesso partirà il secondo, con un budget raddoppiato, per il quale già sono in attesa altre richieste. E le associaizoni di categoria ci segnalano che hanno già domande pronte per il bando sul fotovoltaico rivolto alle imprese. Proprio per le imprese stiamo iniziando lo studio sull’efficienza energetica con l’obiettivo, realizzabile nel 2009, di pubblicare un bando tutto dedicato al settore produttivo”. Intanto SPES si prepara al debutto anche in rete, lo sportello on line è quasi pronto e sarà visibile a giorni. Conterrà anche una vetrina per le aziende della provincia che operano nel settore energetico. Lo sportello di piazza Sant’Antonino, di cui è responsabile Maria Rita Cecchini che questa mattina ha moderato il convegno, ha avuto nei primi tre mesi di attività 121 contatti, di cui 85 con cittadini, 13 con professionisti e 17 con aziende e artigiani. Gli agomenti più trattati sono il risparmio energetico, cioè informazioni su impianti di riscaldamento, infissi e isolamento (53 contatti), fotovoltaico e conto energia (45% contatti) e solare termico (30 contatti). Considerevole anche l’attività di informazione svolta dallo sportello con enti locali, imprese e associazioni: sono ormai decine gli incontri con i Comuni, le scuole, le associazioni imprenditoriali, i contatti con le società di distribuzione ed erogazione dell’energia e si sono già tenuti anche alcuni incontri serali rivolti direttamente ai cittadini.