• Articolo , 19 maggio 2009
  • Premiato il progetto ”Provincia di Kyoto” per l’autosufficienza energetica

  • “Provincia di Kyoto – Gli interventi rivolti al proprio patrimonio”: e’ questo il titolo del progetto grazie al quale la Provincia di Roma ha vinto il premio ”Sfide 2009” nella categoria ”Attività di miglioramento dell’autosufficienza energetica (rinnovabile e non)” nell’ambito del Forum PA 2009. Il progetto si pone l’obiettivo di ridurre tra i 7 e […]

“Provincia di Kyoto – Gli interventi rivolti al proprio patrimonio”: e’ questo il titolo del progetto grazie al quale la Provincia di Roma ha vinto il premio ”Sfide 2009” nella categoria ”Attività di miglioramento dell’autosufficienza energetica (rinnovabile e non)” nell’ambito del Forum PA 2009. Il progetto si pone l’obiettivo di ridurre tra i 7 e gli 11 milioni di tonnellate di CO2 entro il 2020. L’idea di fondo è l’applicazione dei principi e delle finalità del protocollo di Kyoto. Saranno interessati circa 350 edifici scolastici, gli uffici centrali e decentrati ecc. Il costo del progetto è di 400 milioni di euro. Si tratta di un piano articolato e complesso della Provincia di Roma per la promozione del risparmio energetico e la valorizzazione delle fonti rinnovabili. Per questo motivo è stato chiamato “Provincia di Kyoto”. La strategia di governance prevede un importante intervento sulla rete idrica e in altri sei capitoli: sviluppo delle energie alternative (tutti gli edifici in possesso della Provincia saranno dotati di pannelli solari), potenziamento della raccolta differenziata, incentivi per mobilità sostenibile, pianificazione territoriale, interventi sulla biodiversità e l’introduzione di criteri di compatibilità ecologica nel funzionamento dell’amministrazione provinciale a ogni livello.