• Articolo , 27 marzo 2009
  • Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa Bortolo a Ferrara

  • Il 31 Gennaio 2009 era l’ultima data utile per la consegna dei materiali da parte dei partecipanti alla sesta edizione del Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa Bortolo: in totale si sono iscritti 104 partecipanti di cui 61 progetti per la sezione Opere Realizzate e 43 progetti per la sezione Tesi di Laurea. Il Premio, istituito […]

Il 31 Gennaio 2009 era l’ultima data utile per la consegna dei materiali da parte dei partecipanti alla sesta edizione del Premio Internazionale Architettura Sostenibile Fassa Bortolo: in totale si sono iscritti 104 partecipanti di cui 61 progetti per la sezione Opere Realizzate e 43 progetti per la sezione Tesi di Laurea.
Il Premio, istituito nel 2003 per iniziativa dell’azienda Fassa Bortolo, leader nel settore delle soluzioni innovative per l’edilizia in collaborazione con l’Università di Ferrara ed inizialmente rivolto ai paesi europei, a partire da questa sesta edizione è aperto alla partecipazione a livello mondiale per dare spazio alle numerose richieste provenienti anche da paesi extra europei.
Il Premio ha cadenza annuale e viene assegnato all’opera progettata da professionisti singoli o studi di architettura o ingegneria che meglio esprime i principi della sostenibilità su cui si basa il Premio. Inoltre, una seconda sezione del premio è dedicata ai neo-laureati che hanno discusso la Tesi di Laurea presso una Facoltà di Architettura o Ingegneria, o Istituti di Formazione equivalenti a livello internazionale.
Per la sezione Opere realizzate sono iscritti progetti provenienti da ben 19 nazioni: 28 i partecipanti italiani, 27 progetti provenienti da nazioni europee alcune tra l’altro presenti al Premio oramai da diverse edizioni quali Spagna, Austria, Portogallo e Germania e 6 progetti provenienti da nazioni extra europee quali Malesia, India, Messico, Cile, Nuova Zelanda, Libano.
La tipologia dei progetti di architettura sostenibile è molto diversificata: dal centro sportivo, all’albergo, al residence collettivo, al laboratorio scientifico, a residenze singole, padiglioni espositivi, scuole, parcheggi, teatri… e molti i nomi di noti studi di architettura internazionale tra i quali anche partecipanti dalle precedenti edizioni.
La giuria incaricata di selezionare i vincitori, presieduta anche per questa edizione dal Prof. Thomas Herzog, si riunirà a fine marzo a Ferrara. La giuria sarà composta inoltre da 2 architetti stranieri di fama internazionale: l’Arch. Michael Hopkins (Inghilterra), l’Arch. Françoise Hélène Jourda (Francia), un docente della Facoltà di Architettura di Ferrara, Prof. Nicola Marzot ed il segretario del premio, Prof. Gianluca Minguzzi.