• Articolo , 14 novembre 2010
  • Premio Pimby 2010

  • Sono sette le amministrazioni o aziende che Pimby ha selezionato tra quelle che hanno presentato la propria candidatura all’edizione 2010 del Premio, per le seguenti _categorie di infrastrutture: energia, rifiuti, mobilità, trasformazioni sul territorio._ Il Comune di Imola e Toscana Energia verranno premiate rispettivamente per la Centrale di Cogenerazione e per l’istallazione del Parco Fotovoltaico […]

Sono sette le amministrazioni o aziende che Pimby ha selezionato tra quelle che hanno presentato la propria candidatura all’edizione 2010 del Premio, per le seguenti _categorie di infrastrutture: energia, rifiuti, mobilità, trasformazioni sul territorio._

Il Comune di Imola e Toscana Energia verranno premiate rispettivamente per la Centrale di Cogenerazione e per l’istallazione del Parco Fotovoltaico nel *Comune di Pisa* (loc. Navicelli). Il *Comune di Aprilia e la Provincia di Latina* per l’ampliamento dell’impianto di compostaggio Kyklos. Alla *Regione Emilia-Romagna* sarà assegnato il riconoscimento per la Variante di valico.
Infine, per la _categoria trasformazioni sul territorio,_ il premio verrà assegnata alla *Provincia di Roma* per i progetti Provincia Wi-Fi e Zerodigitaldivide e alla Publiacqua per l’impianto ERSA per il trattamento delle acque reflue (in allegato una breve sintesi delle motivazioni dei premi).

Agli Amministratori: Daniele Manca (Sindaco di Imola), Luciano Mazzini (Assessore all’Ambiente Comune di Imola), Marco Filippeschi (Sindaco di Pisa), Lorenzo Becattini (Presidente Toscana Energia), Domenico D’Alessio (Sindaco di Aprilia), Armando Cusani (Presidente della Provincia di Latina), Alfredo Peri (Assessore alla Programmazione territoriale, urbanistica, reti di infrastrutture materiali e immateriali, mobilità, logistica e trasporti della Regione Emilia Romagna), Angelo Falchetti (Assessore alla Innovazione, bilancio, patrimonio, partecipate e organizzazione del Comune di Firenze), Alberto Irace (Amministratore Delegato Publiacqua), Nicola Zingaretti (Presidente della Provincia di Roma), sarà consegnata la ormai tradizionale clessidra Pimby, immagine del tempo che passa e simbolo di un’Italia che non può più permettersi di rinviare la messa in atto di un piano di opere pubbliche e di infrastrutture fondamentali per assicurare vitalità e competitività al Paese.

Associazione Pimby anche quest’anno assegnerà, oltre ai Premi, alcune menzioni speciali alla “cultura del fare”. Le menzioni saranno attribuite a cinque esponenti del mondo politico e civile che nel corso del 2010 più di tutti hanno dimostrato di condividerne lo spirito e le capacità pratiche.

Il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, per l’efficiente politica di risparmio energetico, per l’avvio di un parco fotovoltaico, per l’efficace gestione dei rifiuti, grazie alla quale Salerno non ha conosciuto emergenze di sorta, per la costruzione e l’attivazione di un impianto di compostaggio che consentirà produzione di compost, oltre che biogas e quindi di energia elettrica o termica verdi.
Il Presidente dell’Osservatorio Tav Torino-Lione Mario Virano, per l’attività che svolge in qualità di presidente dell’Osservatorio, che ha portato a una modifica del tracciato originario della linea ferroviaria conciliando esigenze di Enti Locali e cittadini per la modernizzazione del nostro Paese.
Il Presidente della Fondazione MAXXI Pio Baldi, per il costante impegno nel campo dell’arte e della cultura, per i risultati conseguiti e per aver sostenuto la necessità di dotare Roma di uno spazio espositivo innovativo qual è il Maxxi, della cui Fondazione è il presidente.
Gli autori e conduttori di Decanter, RAI Radio2 Fede e Tinto, per i significativi risultati nel campo della cultura e dell’informazione, per la promozione della ricerca in generale e per l’informazione libera da preconcetti sugli organismi geneticamente modificati in particolare.
E a sottolineare il dibattito nel nostro Paese sull’energia nucleare, Pimby ha voluto assegnare una menzione speciale al Società COVRA (Centrale Organisatie Voor Radioactief Afval) – Vlissingen ­ PAESI BASSI, che nel Deposito di stoccaggio di scorie nucleari Habog ha saputo coniugare gestione dei rifiuti nucleari, informazione e arte in un edificio unico nel suo genere.