• Articolo , 27 maggio 2011
  • Presentata la “Mappa del consumo sostenibile” a Bolzano

  • È stata presentata questa mattina a Palazzo Widmann la “Mappa del consumo sostenibile a Bolzano” elaborata dalla Centro Tutela Consumatori e dall’Ecoistituto con il sostengo dell’Ufficio affari del Gabinetto della Presidenza della Provincia. Presenti il direttore del Centro, Walter Andreaus, Christoph von Ach, dell’ Ufficio affari del Gabinetto della Presidenza della Provincia, Michael Oberhollenzer, presidente […]

È stata presentata questa mattina a Palazzo Widmann la “Mappa del consumo sostenibile a Bolzano” elaborata dalla Centro Tutela Consumatori e dall’Ecoistituto con il sostengo dell’Ufficio affari del Gabinetto della Presidenza della Provincia. Presenti il direttore del Centro, Walter Andreaus, Christoph von Ach, dell’ Ufficio affari del Gabinetto della Presidenza della Provincia, Michael Oberhollenzer, presidente dell’Associazione “Bioland Verband”ed il coordinatore dell’iniziativa, Filippo Vecchiotti, dell’Ecoistituto.

www.centroconsumatori.it/47v65922d66495.html è questo l’indirizzo Interneto dove da oggi si può trovare un nuovo strumento per un consumo più consapevole ed ecologico la “Mappa del consumo sostenibile a Bolzano” presentata questa mattina a Palazzo Widmann dal direttore del Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano, Walter Andreaus, Christoph von Ach dell’ Ufficio affari del Gabinetto della Presidenza della Provincia, Michael Oberhollenzer e dal coordinatore dell’iniziativa, Filippo Vecchiotti dell’Ecoistituto.

Con questa nuova Mappa, alla quale aderiscono attualmente 125 partner nel capoluogo, il CTTU intende sostenere comportamenti esemplari da parte dell’economia, raccoglierle e renderle più accessibili ai consumatori. “Questa raccolta di “best practises” della sostenibilità a Bolzano, e nel prossimo futuro allargata a tutto l’Alto Adige” ha sottolineato nel corso della conferenza stampa il dal direttore del Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano, Walter Andreaus “mira a mostrare la variegata offerta delle attività nel settore del consumo sostenibile, fornendo in questo modo importanti spunti per la realizzazione degli elementi chiave di un consumo ecologicamente e socialmente compatibile”.

La Mappa rappresenta in sostanza un nuovo strumento digitale che offrirà a tutti i consumatori un modo nuovo di intendere e gestire gli acquisti. L’idea di fondo della mappa è quella di offrire e garantire ai consumatori tutte le informazioni necessarie per effettuare degli acquisti sostenibili da un punto di vista ambientale nella città di Bolzano.

Grazie alla mappa sarà possibile avere informazioni aggiornate anche sotto il profilo della mobilità sostenibile riguardo alle piste ciclabili, alle distanze, ai percorsi delle varie linee di autobus urbani o ad esempio l’utente potrà sapere quanto dista la fermata più vicina dal negozio o dal servizio di cui ha bisogno.

Acquistando e utilizzando prodotti e servizi sostenibili il nostro comportamento di utenti consapevoli avrà riflessi sull’energia risparmiata nel trasporto così come anche nel minor impatto derivante da uno smaltimento corretto dei rifiuti.

La mappa fornisce un’ampia gamma di informazioni e di possibilità: dai centri ove noleggiare diversi tipi di articoli e prodotti, alle realtà artigianali locali passando per quei negozi che vendono prodotti locali, biologici, del mercato equo e solidale così come quelli specializzati nell’offrire articoli di seconda mano.

Consultando questa Mappa è possibile venire a conoscenza delle novità e delle offerte di numerosi negozi e fornitori di servizi bolzanini. Inoltre si possono trovare tutte le informazioni relative agli esercizi commerciali: indirizzo, tipologia di negozio o di servizio, indicazioni sugli autobus o sulle piste ciclabili utili a raggiungere l’ubicazione degli stessi. Effettuare acquisti consapevoli stimola l’economia locale, protegge l’ambiente e aiuta anche il portafoglio.

Il direttore del CTCU, Walther Andreaus, ha quindi sottolineato che “L’idea della mappa è molto semplice: fare del bene tre volte mentre si consuma, ovvero aumentare il benessere personale, contribuire allo sviluppo degli esercizi sostenibili ed avallare una mobilità a basso impatto ambientale. Sino ad ora al nuovo servizio si sono registrati già 125 esercenti. Chi soddisfa i criteri richiesti si potrà registrare in qualsiasi momento”.

I criteri per l’inserimento di un esercizio nelal Mappa sono stati elaborati da un apposito gruppo di lavoro composto da rappresentanti dell’Ecoistituto, della Camera di Commercio e del CTCU. I dati degli esercizi per la maggior parte sono stati forniti dalla Camera di Commercio.

I criteri di cui ha tenuto conto il gruppo di lavoro riguardano i negozi bio ed ecologici, i punti vendita ed i prodotti “fair trade”, artigiani con servizio di riparazione, punti vendita di prodotti locali con il marchio di Qualità Alto Adige, punti di vendita diretti dei prodotti agricoli “Gallo Rosso” e simili, punti vendita di beni di seconda mano, noleggio ed affitto, vincitori del premio OK d’oro promosso dal CTCU.