• Articolo , 24 febbraio 2010
  • Presentazione XI Laboratorio Progettuale di Bioarchitettura

  • Il giorno 2 marzo 2010, ore 11.30, presso la Casa dell’Architettura-Aquario Romano, Piazza Manfredo Fanti 47 in Roma, si terrà la conferenza di presentazione dell’XI° Laboratorio Progettuale di Bioarchitettura organizzato dall’Istituto Nazionale Bioarchitettura. Interverranno: Alessandro Mazzoli (Pres. Prov. Viterbo), Tolmino Piazzai (Ass. Ambiente), Italo Carones (Sindaco Oriolo Romano), Wittifrida Mitterer (Inbar), Annalisa Laurenti (Presidente Inbar […]

Il giorno 2 marzo 2010, ore 11.30, presso la Casa dell’Architettura-Aquario Romano, Piazza Manfredo Fanti 47 in Roma, si terrà la conferenza di presentazione dell’XI° Laboratorio Progettuale di Bioarchitettura organizzato dall’Istituto Nazionale Bioarchitettura.
Interverranno: Alessandro Mazzoli (Pres. Prov. Viterbo), Tolmino Piazzai (Ass. Ambiente), Italo Carones (Sindaco Oriolo Romano), Wittifrida Mitterer (Inbar), Annalisa Laurenti (Presidente Inbar Sezione di Viterbo), Anita Mancini, Riccardo Valentini, Rosa Gemma Cipollone, Giada Lepri, Sofia Valori Piazza, altre ai rappresentanti degli Enti e degli Ordini Professionali patrocinanti.

Il LABORATORIO PROGETTUALE DI BIOARCHITETTURA®, organizzato annualmente dall’Istituto Nazionale di Bioarchitettura e giunto alla 11esima edizione, è dedicato alla formazione e qualificazione professionale di progettisti , tecnici e funzionari, e fornisce indicazioni operative sull’impostazione e la gestione di progetto secondo parametri di ecosostenibilità e biocompatibilità, con un occhio di riguardo alle reali esigenze della popolazione locale, espresse in incontri di partecipazione attiva con i cittadini, le associazioni, le amministrazioni e le scuole.
Oggetto del Laboratorio di Bioarchitettura 2010 sarà la riqualificazione di un’area dimessa, adiacente al centro del nucleo storico di Oriolo Romano, rispettando le caratteristiche ecologiche, ovvero: attenzione assoluta al contesto, utilizzo di materiali e tecnologie a basso impatto ambientale, interventi puntuali in grado di innescare riflessi positivi a livello territoriale, ampia libertà propositiva da coniugare con realizzabilità della proposta.
I progetti saranno sviluppati sotto la guida di importanti docenti di livello internazionale, come Lucien Kroll, architetto e urbanista di Bruxelles, considerato il padre della progettazione partecipata, Lucien Steil (Università di Notre Dame, Roma), Carlo Monti (DAPT Università di Bologna, Facoltà d’Ingegneria) e verranno ceduti all’Amministrazione che ne terrà conto nei propri indirizzi futuri.
Sono inoltre previsti alcuni incontri formativi con docenti internazionali come Herbert Dreiseitl (Management idrico), Andreas Kipar (Paesaggio), Norbert Klammsteiner (Impiantistica energetica) e Manuel Benedikter (Bioclimatica).
Direzione e organizzazione: Wittifrida Mitterer (Dir. Laboratorio INBAR) e Annalisa Laurenti (Presidente INBAR Sezione Viterbo).
Coordinamento: Erminio Redaelli (Presidente dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura).
Comitato scientifico: Maurizio Galletti (Ministero Beni e Attività Culturali), Riccardo Valentini (UNITUS, Facoltà di Agraria, DISAFRI), Rosa G. Cipollone (Direttore Palazzo Altieri), Andrea Vannini (UNITUS, Facoltà di Agraria, DIPROP), Giovanni Galanti (Università di Firenze Facoltà di Architettura), Giada Lepri (Facoltà di Architettura, Università La Sapienza di Roma), Sofia Varoli Piazza (UNITUS).

Il laboratorio è realizzato in convenzione con l’Università di Bologna, Facoltà d’Ingegneria Dipartimento Architettura e Pianificazione Territoriale.
Con il contributo di: Ministero Beni Culturali, della Provincia di Viterbo Assessorato Ambiente, dell’ Università della Tuscia – Facoltà di Agraria – DISAFRI, e della Camera di Commercio Viterbo.
Patrocinio di: Ministero Beni e Attività Culturali, Soprintendenza Beni Architettonici Lazio, Amministrazione Provinciale di Viterbo, Università della Tuscia, Comune di Viterbo, Camera di Commercio della Provincia di Viterbo, CNA Viterbo, Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Viterbo, Ordine degli Ingegneri e Ordine dei Dottori Forestali e degli Agronomi della Provincia di Viterbo.