• Articolo , 12 giugno 2009
  • Prestigiacomo: imminente l’accordo sul Climate Change

  • L’accordo verrà siglato a Copenhagen, ma dovranno essere rispettate le necessità di tutti i Paesi, in modo che non si fermi la crescita e lo sviluppo

(Rinnovabili.it) – Si è aperto oggi alla Camera il Forum parlamentare dei Paesi del G8+5.
Durante un intervento il ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha affermato l’importanza di un accordo globale che sia in grado di contrastare il climate change, ma che contemporaneamente rispetti le esigenze e le prerogative di ogni singolo Paese, in modo da non rivelarsi un ostacolo alla crescita e allo sviluppo economico e tecnologico.
L’accordo sta per essere raggiunto, mentre mancano pochi mesi alla Conferenza di Copenhagen che si terrà a dicembre. ”Dalle istanze dei maggiori Paesi in via di Sviluppo, Cina, India, Messico, Brasile Sud’Africa – ha dichiarato la Prestigiacomo – emerge chiaramente che molto è legato al trasferimento in questi Paesi di tecnologie che permettano uno sviluppo low carbon”.
Grazie alla maggiore consapevolezza, le richieste che verranno presentate in occasione della Conferenza saranno sicuramente più precise e mirate al raggiungimento degli obiettivi, anche se ”occorre passare alla ‘fase 2’, superare le suggestioni degli allarmi che vengono continuamente lanciati sulla questione clima, superare gli eco-ideologismi e – ha concluso il ministro –
passare a un impegno più concreto e realistico per coniugare ambiente e sviluppo”.