• Articolo , 9 luglio 2008
  • Prestigiacomo: in arrivo un Piano nazionale per ridurre i gas serra

  • Da parte del Ministero dell’ambiente a breve l’elaborazione di un programma che indichi in che modo il Paese raggiungerà gli obiettivi di riduzione delle emissioni climalteranti

L’annuncio arriva dal ministero dell’Ambiente: a breve sarà elaborato un “programma nazionale che indichi come il Paese intende ridurre le emissioni di gas serra, gli investimenti da mettere in campo e quali i traguardi specifici da raggiungere”. “L’Italia – ha dichiarato il ministro Stefania Prestigiacomo – deve porsi un obiettivo di politica di sviluppo in cui la questione Kyoto acquisti centralità operativa, più concreta rispetto al passato quando l’Italia è stata prima della classe in quanto ad assunzione di impegni, ma ultima a rispettarli”. Intanto assessori regionali all’ambiente annunciano di voler un incontro urgente con il Ministro per illustrare i temi principali su cui, nel prossimo futuro, dovranno confrontarsi e programmare assieme le scelte. “La tutela dell’ambiente, la protezione dall’inquinamento e lo sviluppo sostenibile sono grandi questioni nazionali che non devono scomparire dall’agenda politica e non devono ridursi a decisioni di emergenza”. Sono le parole di Domenico Cerososimo, vice-presidente della Giunta Regionale della Calabria, presentando l’agenda dei temi da sottoporre al Governo. Il documento, che illustra la posizione politica degli assessori regionali all’ambiente, è stato approvato all’unanimità questa mattina a Roma. “Per prima cosa vogliamo stabilire con il Ministro Stefania Prestigiacomo un chiaro e corretto metodo di lavoro, ottenendo il riconoscimento della pari dignità istituzionale, in quanto le Regioni sono parte del Governo del paese. In questi due mesi abbiamo assistito a decisioni ed annunci del Governo, come sulle centrali nucleari, che coinvolgono profondamente i territori, senza mai essere stati consultati preventivamente e senza alcuna concertazione”.