• Articolo , 24 gennaio 2011
  • Prevenzione rifiuti: il progetto Prewaste scelto come buona pratica europea

  • Il progetto della Regione Marche ‘Prewaste’ in tema di prevenzione rifiuti e` stato scelto per essere presentato come buona pratica oggi a Bruxelles in sede comunitaria. ‘Prewaste – dichiara l“assessore regionale all“Ambiente, Sandro Donati – ha ottenuto un finanziamento europeo di 1,44 milioni di euro. L’obiettivo e` quello di incrementare l“efficacia delle politiche pubbliche di […]

Il progetto della Regione Marche ‘Prewaste’ in tema di prevenzione rifiuti e` stato scelto per essere presentato come buona pratica oggi a Bruxelles in sede comunitaria. ‘Prewaste – dichiara l“assessore regionale all“Ambiente, Sandro Donati – ha ottenuto un finanziamento europeo di 1,44 milioni di euro. L’obiettivo e` quello di incrementare l“efficacia delle politiche pubbliche di prevenzione rifiuti. Premiata, in questo senso, l“idea progettuale, che ha centrato la problematicita` del tema: la mancanza di significativi e diffusi risultati sul territorio dell“Unione, a fronte della priorita` assegnata alla prevenzione della produzione dei rifiuti nelle politiche europee’. Oltre ad aver centrato uno dei temi prioritari delle politiche ambientali europee, il progetto Prewaste ha colto in pieno le modalita` di organizzazione delle attivita` e di coinvolgimento dei partner per lo scambio delle informazioni, tanto da essere uno dei tre progetti selezionati per essere illustrati all’Interreg IVC Information Day di Bruxelles, l’appuntamento odierno organizzato per fornire agli aspiranti canditati tutte le informazioni necessarie per poter presentare nel modo migliore le proposte di progetto per la quarta e ultima call di Interreg IVC, il programma europeo basato, appunto, sullo scambio di informazioni e buone pratiche tra i Paesi. La prevenzione e` l’azione che maggiormente garantisce la sostenibilita` delle attivita` economiche in termini di prelievo delle risorse naturali e di restituzione all’ambiente in forma degradata: il rifiuto non prodotto non necessita di essere raccolto, trasportato, gestito e smaltito. ‘Questo progetto – continua Donati – offre l’opportunita` di connotare le capacita` progettuali, di innovazione e di applicazione delle politiche portate avanti dalla Regione Marche, affidando alla competenza dei funzionari regionali la diffusione di quanto le Marche hanno fatto e quanto possono contribuire sul tema della prevenzione della produzione dei rifiuti nello scenario internazionale’. Prewaste, il cui evento di lancio si e` tenuto ad Ancona il 28 e 29 aprile scorsi, vedra` impegnati per tre anni nove Paesi comunitari. La Regione Marche e` capofila del progetto ed e` supportata dalla sua agenzia di sviluppo SVIM – Sviluppo Marche SpA nella gestione e implementazione del progetto in qualita` di segreteria tecnica. Il progetto prevede ora l’organizzazione di una conferenza europea sul tema della prevenzione rifiuti che si svolgera` a Bruxelles il 28 marzo 2011. Si parlera` di pianificazione, di indicatori e di strumenti di tipo normativo e di tipo economico volti a ridurre la produzione dei rifiuti. Sono poi previste sessioni parallele dedicate a: consumi sostenibili e stili di vita; eliminazione degli imballaggi usa e getta per cibi e bevande; noleggio – riparazione – riutilizzo dei beni; come evitare lo spreco degli alimenti. Tutti gli aggiornamenti sul progetto sono disponibili nel sito www.ambiente.regione.marche.it, sezione ‘progetti europei’.