• Articolo , 13 ottobre 2010
  • Previsione di crescita per il solare statunitense, + 114% nel 2010

  • Secondo uno studio condotto dalla Solar Energy Industry Association americana in collaborazione con GTM il 2010 farà registrare una crescita complessiva pari al +114% della capacità di produzione energetica totale da fonte solare

(Rinnovabili.it) – Risultati più che incoraggianti per il fotovoltaico e il solare termodinamico statunitensi. Secondo le ultime analisi pubblicate dalla Solar Energy Industry Association americana e da GTM si stima che il comparto dell’industria energetica solare dovrebbe registrare, per il 2010, una crescita nella capacità di produzione pari al 114%, con circa 1 GW di nuovi progetti approvati. Una situazione particolarmente positiva che può contare non solo su costi competitivi ma anche su un sistema di sussidi governativi che ha dimostrato di incentivare con successo lo sviluppo di tutto il mercato interno. Solo per avere un’idea dell’andamento del mercato a stelle e strisce basta pensare che il prezzo medio ponderato di un sistema di moduli fotovoltaici è sceso negli Usa circa del 9% nell’ultimo trimestre.
Secondo gli analisti della SEIA si prevede nei prossimi mesi l’istallazione negli usa di un totale di 944 MW di impianti solari, dei quali ben il 91% saranno parchi fotovoltaici mentre il restante 9% sarà costituito da impianti solari termodinamici. I dati indicano che il settore è in rapida accelerazione, dal momento che nel primo semestre di quest’anno sono stati “solo” 341 i MW di nuova capacità installata negli Usa. A guidare la testa degli stati che possono contare su dati produttivi particolarmente positivi c’è la California, grazie al suo ambizioso programma per la produzione di energia da fonti rinnovabili e ovviamente alla grande disponibilità di irraggiamento solare. Seguono poi il New Jeresy, l’Arizona e la Florida nazioni che stanno dando un contributo significativo allo sviluppo di progetti per la produzione di energia da fonte solare.