• Articolo , 5 maggio 2010
  • Previsioni IEA: nel 2050 dal sole avremo 4000 TWh elettrici

  • L’Italian PV Summit ha fatto da tribuna d’elezione per le prime anticipazioni sulla roadmap della tecnologia fotovoltaica redatta dall’Agenzia Internazionale. Un possibile scenario? Fra 40 anni l’11% dell’elettricità verrà dal fotovoltaico

(Rinnovabili.it) – Sappiamo a che punto è il fotovoltaico nel mondo, la predominanza europea sul mercato, la corsa allo sviluppo di Cina e India, la risalita nella classifica globale degli Stati Uniti. Ma che succederà da qui al 2010? A spiegarlo, o meglio a disegnare i possibili scenari, è l’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) attraverso il suo direttore della divisione Energie Rinnovabili Paolo Frankl.
In occasione “dell’Italian PV Summit”:http://www.italianpvsummit.com di Verona Frankl ha esposto ai partecipanti alcune anticipazioni in merito al percorso di sviluppo mondiale della tecnologia fotovoltaica al 2050. I dati sono quelli dell’ultimo report dell’agenzia “IEA Solar PV Technology Roadmap” che sarà ufficialmente presentato nella MSP Conference di Siviglia il prossimo 11 luglio: tra 40 anni il solare fotovoltaico potrebbe raggiungere nel mondo una potenza di 3.000 GW (900 GW al 2030 con un 5% di copertura della produzione totale) generando circa 4.000 TWh/anno di elettricità sui quasi 40mila TWh che si prevedono a quella stessa data. Ciò corrisponde *all’11% del totale produttivo*.
_“Almeno il 50% dei sistemi fotovoltaici_ – ha spiegato Frankl – _nei prossimi decenni saranno di tipo residenziale, poiché le grandi centrali fotovoltaiche subiranno sicuramente la concorrenza di altre tecnologie rinnovabili, così come sarà sempre più complesso l’utilizzo di territorio. Sugli edifici invece il fotovoltaico ha enormi vantaggi competitivi”._ I dati raddoppiano se nelle previsioni viene calcolato anche l’apporto del termodinamico, oggi in piena fase progettuale in territori come Medio Oriente, Australia e Nord Africa; in tal senso la fonte solare potrebbe giungere a provvedere fino ad *un quinto del fabbisogno di elettricità*.
Anche sulla _grid parity_, il tema caldo del summit veronese, l’Agenzia non risparmia le sue previsioni affermando potrà essere raggiunta fin dall’inizio della prossima decade in diversi paesi che hanno un’elevata insolazione e alti prezzi dell’elettricità al dettaglio. Se supportati da una normativa adeguata e un quadro politico di sostegno i costi della generazione da fotovoltaico sono previsti tra 13 e 26 centesimi di dollaro al kWh per i sistemi commerciali e tra 16 e 31 cent/kWh per quelli residenziali.