• Articolo , 5 maggio 2008
  • Primi test per il MARS da 100 kW

  • Magenn Power spera di commercializzare il dispositivo su larga scala, utilizzandolo per zone residenziali o paesi in via di sviluppo e facendolo adattare a progetti più grandi di elettrificazione rurale

Dopo i primi modelli per uso residenziale, il Magenn air rotor system (MARS) viene finalmente testato anche su larga scala. MARS è un “dirigibile” eolico, creato dalla omonima società Magenn Power, che può essere riempito con diversi gas, per essere sollevato in aria, come elio, argon o idrogeno e con un sistema ad asse orizzontale che sfrutta l’energia del vento a 150-250 m dal suolo. L’elettricità prodotta può essere immagazzinata in batterie o immediatamente disponibile all’utilizzo. Il prototipo, attualmente in fase di test in un hangar nel North Carolina, è modello da 100 kW pensato per piattaforme minerarie offshore in mare, prima di un’espansione negli altri mercati commerciali. Il concetto di MARS nasce dal 2002 quando l’azienda ha iniziato ad interessarsi a come utilizzare al meglio la velocità del vento ad altitudini elevate. L’energia eolica “tradizionale”, infatti, preferisce le zone pianeggianti dove si ottengono le prestazioni migliori, diminuendo di efficienza con morfologie territoriali diverse. Al contrario questo nuovo sistema presenta un’adattabilità maggiore, e soprattutto mentre con una convenzionale turbina eolica, solitamente si ottiene un rapporto di utilizzo che va dal 20-25%, MARS arriva a toccare il 50% anche utilizzando venti deboli. In attesa degli esiti finali dei test, Magenn Power incomincia già a raccogliere generosi investimenti e a puntare su nuovi progetti per tecnologie pulite.