• Articolo , 25 giugno 2010
  • Primo step a Bruxelles per l’autostrada dell’idrogeno Monaco-Modena

  • Illustrato al Parlamento Europeo il progetto per la costruzione dell’impianto pilota per la produzione, stoccaggio e distribuzione di idrogeno lungo l’asse del Brennero

(Rinnovabili.it) – Sarà un progetto rivoluzionario quello del “corridoio verde” che coinvolge Autobrennero Spa e le province di Bolzano e Trento. Innovativo sul fronte della mobilità sostenibile in quanto dovrebbe portare, all’uscita autostradale di Bolzano Sud, alla realizzazione del primo impianto di produzione e distribuzione di idrogeno, e strategico per via di una localizzazione cruciale come quella sopracitata. Il progetto è stato esaminato dal Parlamento Europeo a Bruxelles dove è stato illustrato dai responsabili di A22, Province di Bolzano e Trento. Il “corridoio verde” prevede l’utilizzo di diverse forme di energia rinnovabile, dall’idroelettrico all’eolico, dal fotovoltaico alla biomassa. Inoltre l’A22 ha pianificato al Brennero un parco eolico da 10 MW dedicato allo scopo e nei prossimi anni diverse amministrazioni comunali altoatesine si doteranno di autobus ad idrogeno.
Il nuovo impianto pilota per produzione, stoccaggio e distribuzione di questo vettore energetico lungo l’asse del Brennero costituisce il primo passo concreto per una autostrada dell’idrogeno fra Monaco e Modena: si punta a un distributore del gas ogni 100 chilometri per consentire l’approvvigionamento lungo un tratto di 600 chilometri di lunghezza.