• Articolo , 14 giugno 2010
  • Problemi per OpenHydro, l’istallazione potrebbe essere danneggiata

  • La turbina di OpenHydro, l’istallazione posizionata nella Baia canadese di Fundy per lo sfruttamento delle maree, ha riportato dei danni che rendono necessario portare il dispositivo a terra per le necessarie operazioni di manutenzione

(Rinnovabili.it) – Probabilmente è un danno alla turbina a causare problemi ad “OpenHydro”:http://www.openhydro.com/home.html, il dispositivo per lo sfruttamento del moto delle maree istallato nella baia canadese di Fundy. Costruito dall’omonima società irlandese il progetto è attualmente detentore di interessanti record energetici tra cui il primato nell’istallazione di una turbina per lo sfruttamento delle maree al Marine Energy Centre europeo (EMEC) oltre che il primo a generare energia elettrica dalle correnti e collegarsi alla rete nazionale del Regno Unito mostrando con successo un metodo economico e sicuro di distribuzione di turbine direttamente sul fondali marini, evitando l’impatto paesaggistico.
L’inconveniente renderà necessario portare a secco l’istallazione per provvedere alle operazioni di riparazione. Nonostante il fallito tentativo di istallare sulle turbine un dispositivo di monitoraggio wireless la società è riuscita comunque a girare dei filmati che, analizzati dagli ingegneri, hanno rilevato danni alla turbina che rendono necessaria, nell’autunno prossimo, la manutenzione straordinaria dell’impianto “Vediamo questo inconveniente come un’opportunità per imparare e adattarsi” ha spiegato Mark Savory, vice presidente dei servizi e delle tecnologie di costruzione della Nova Scotia Power (NSP) “senza costi aggiuntivi” per i clienti NSP.