• Articolo , 29 dicembre 2007
  • Prodi: “La macchina dello Stato si farà verde”

  • Il Presidente del Consiglio incontra i giornalisti e tira le somme dell’attività di governo nel 2007, dedicando spazio anche all’ambiente e al risparmio energetico

Ieri, il premier Romano Prodi, nella tradizionale conferenza stampa di fine anno, ha chiuso con ottimismo il 2007, sottolineando che il Paese “si è rimesso a camminare. Il presidente del Consiglio, oltre a tracciare un bilancio dell’anno governativo passato, ha indicato le linee guida per il 2008, dando ampio spazio a temi come ambiente e risparmio energetico. Sul fronte ambientale il 2007 è stato l’anno “degli incendi e dei rifiuti”, ha scandito Prodi. I dati che emergono dai rapporti degli organismi internazionali sull’ambiente “dobbiamo trasformarli in sicurezza e in stimolo per prendere provvedimenti efficaci – ha detto il premier aggiungendo che – “decisioni importanti sono già state assunte, anche grazie al protagonismo dell’Italia”, misure come quelle che riguardano l’efficienza energetica e le energie rinnovabili approvate dal Consiglio europeo dello scorso anno. Ha annunciato che il 2008 “sarà l’anno in cui la macchina dello Stato si farà verde”, ponendoci all’avanguardia nell’uso delle tecnologie per il risparmio energetico. “Doteremo di pannelli solari tutti gli edifici pubblici che non siano di valore storico, artistico e architettonico”. A partire da gennaio inoltre, ha fatto sapere il premier, ci sarà l’obbligo per le strutture della pubblica amministrazione di “acquistare solo lampadine ad alto risparmio energetico”, così da arrivare entro tre anni alla completa sostituzione delle lampade ad alto consumo. E ha confermato che le lampadine ad incandescenza saranno fuori commercio dal 2011.
(fonte Apcom)