• Articolo , 13 marzo 2009
  • Progetti ambientali? Bruxelles li vende all’asta

  • Oggi nella capitale belga la prima conferenza “Auction Floor” destinata allo sviluppo di proposte e idee in tema ambientale che, per mancanza di fondi, non hanno potuto beneficiare del sostegno diretto dell’UE

L’iniziativa è stata lanciata da EuropeAid, l’ufficio di cooperazione della Commissione Europea: organizzare un’asta per progetti ambientali nei Paesi in via di sviluppo, in cerca di finanziamento. Prima nel suo genere questa “Auction Floor” si pone l’obiettivo di facilitare l’incontro tra gli operatori attivi nello sviluppo (organizzazioni della società civile, centri di ricerca, etc.) da una parte, e potenziali donatori dall’altra (autorità locali, Stati membri come pure fondazioni del settore privato) per realizzare partenariati efficaci. Si tratta di un’ottantina di “proposte”:http://ec.europa.eu/europeaid/where/worldwide/environment/documents/auction_floor_booklet_5march_en.pdf nel campo della biodiversità, del cambiamento climatico, dell’energia sostenibile e della desertificazione e della protezione del patrimonio forestale e con un valore finanziario tra i 400.000 e i 3 milioni di euro, che nonostante la validità riconosciuta a livello CE non hanno potuto beneficiare del supporto finanziario dell’Unione Europea per mancanza di fondi. Durante la conferenza, i partecipanti avranno l’opportunità di incontrare i rappresentanti delle organizzazioni che hanno studiato tali proposte attraverso un match-making informale, con l’obiettivo di estendere in futuro l’iniziativa anche ad altri tematiche.